Mercoledì, 19 Giugno, 2019

Basta con le bufale: Facebook dichiara guerra alle fake news

Facebook in guerra contro le notizie false grazie ai suoi utenti Basta con le bufale: Facebook dichiara guerra alle fake news
Acerboni Ferdinando | 16 Dicembre, 2016, 11:38

Una vera e propria rivoluzione, ed un altro passo verso l'introduzione di Redazioni di Giornalisti nei Social, per Facebook che si doterà di un programma per la segnalazione e l'eliminazione delle "bufale" e delle notizie false. I test interesseranno diversi milioni di iscritti, soprattutto negli Stati Uniti, ma non è ancora chiaro quando saranno messi a disposizione di tutti gli 1,8 miliardi di persone che utilizzano Facebook. Le cosiddette fake news verranno individuate in base alle segnalazioni degli utenti di Facebook e contestualmente anche per mezzo di un software. Basterà premere sulla freccetta in alto a destra di un contenuto per far apparire un menu, dove tra le varie voci ci sarà appunto anche quella per segnalare una notizia falsa. Per combattere la diffusione di queste notizie false, Facebook ha unito le forze con una serie di gruppi d'informazione, come Snopes e Abc News, che fanno parte di una rete internazionale di verifica dei fatti guidata da Poynter, una scuola di giornalismo non profit con sede a St. Petersburg, in Florida.

Un piano ad ampio raggio quello attivato da Facebook per provare ad arginare il fenomeno della diffusione delle notizie false e fuorvianti che, quanto meno nell'immediato, produce l'effetto di acquietare un po' gli animi, dopo le polemiche suscitate dalla diffusione di quelle notizie false che avrebbero condizionato gli esiti delle elezioni presidenziali statunitensi. Inoltre la società apporterà delle modifiche al suo algoritmo per limitare la diffusione dei contenuti "controversi", mentre gli utenti che vorranno condividerli si vedranno chiedere se sono davvero sicuri di volerlo fare, nel tentativo di mettere un freno alle "condivisioni d´impulso".

Contrassegnata una notizia come controversa/falsa, Facebook fornirà un link alla fonte che contiene la versione corretta.

Facebook ha rivisto la funzione per indicare la presenza di una notizia falsa, disponibile già da qualche tempo, ma con poche opzioni da parte dell'utente che poteva solo decidere di non vedere più il post o di bloccare la persona o Pagina che lo aveva condiviso.

Le storie ritenute false verranno etichettate da Fb come "contestate da controlli terzi". Anche dopo la nuova condivisione, il post manterrà l'avviso sulla sua inaffidabilità.

Altre Notizie