Venerdì, 13 Dicembre, 2019

Sta per buttare neonato in rifiuti,salvo

Gli agenti che hanno salvato Gli agenti che hanno salvato il piccolo Nicola
Deangelis Cassiopea | 08 Dicembre, 2016, 01:04

La donna e' stata rintracciata e, alla domanda di cosa contenesse il sacchetto, ha riferito che era spazzatura e che stava per gettarla nel cassonetto. La madre, cittadina ucraina di 37 anni è stata anche lei ricoverata: è stata arrestata per tentato omicidio. La Polizia non convinta, ha accertato che il sacchetto conteneva un neonato. È successo la scorsa notte intorno alle 3:15 in piazza Garibaldi, a Napoli. Il militari hanno quindi prestato una prima assistenza, accompagnando il bambino e la madre al riparo all'interno della stazione ferroviaria, e chiesto immediatamente l'intervento di una ambulanza e della Polizia di Stato.

Il neonato - fa sapere Maria Corvino, direttore sanitario dell'ospedale Loreto Mare di Napoli dove è ricoverato - pesa 2 chili e 700 grammi. La donna avrebbe risposto che si trattava di spazzatura. La sua mamma, invece, è piantonata in stato di arresto con l'accusa di tentato infanticidio.

"Poliziotti e militari sono intervenuti e si sono resi conto che nel sacchetto che la donna aveva con sé c'era un bimbo e che probabilmente voleva buttarlo in un cassonetto" spiega Michele Spina, dirigente dell'Ufficio Prevenzione Generale della Questura. "Il bambino è stato adottato da tutto il reparto, dalla loro bontà - ha affermato Corvino -". "Stanno pensando anche di dargli un nome".

Si chiamerà Nicola, perché lo hanno salvato nel giorno del santo.

Altre Notizie