Martedì, 16 Gennaio, 2018

Renzi ammette la sconfitta: mi dimetto

Referendum		
		Occhi puntati sull'Italia il voto sui giornali stranieri Referendum Occhi puntati sull'Italia il voto sui giornali stranieri
Machelli Zaccheo | 05 Dicembre, 2016, 17:54

"Il No ha vinto in modo straordinariamente netto". Renzi ha detto che ha cercato di fare tutto quello che fosse nelle sue possibilità, ma dopo la sconfitta termina l'esperienza del suo governo.

Con la vittoria del No sono arrivate anche le dimissioni del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, dopo 1.017 giorni di governo. "Volevo cancellare le troppe poltrone ma quella che salta è la mia". "L'esperienza del mio governo finisce qui, perchè non possono restare tutti incollati alle loro abitudini prima che alle loro poltrone".

Domani Renzi convocherà il Consiglio dei Ministri per stabilire la tempistica delle dimissioni, che comunque non saranno esecutive prima della legge di Stabilità e prima della nuova legge elettorale, quindi le elezioni potrebbero non essere così vicine come sembra. Gli Italiani hanno votato per difendere la Costituzione e/o contro il Governo e ora la palla passa alla classe politica nella speranza che ora, più come mai, sia in grado di dare risposte certe. "Ma - ha sottolineato - è stata una festa in un contesto in cui tanti cittadini si sono avvicinati alla Carta costituzionale". Il deputato campano che sta attenendo i risultati a Napoli ha anche dato appuntamento via Fb a "tutti gli amici del Movimento 5 Stelle della Campania, siamo ad aspettare i risultati definitivi del referendum a Napoli in via Port'alba 28. Grazie ai miei figli", ha concluso Renzi. In base al terzo exit poll Tecné per Mediaset sul referendum, il Sì è al 40-44%%, il No è al 56-60%. Non sono riuscito a portarvi alla vittoria. Con quale legge elettorale?

A Trani, Il "NO" ha prevalso con una percentuale vicina al 70%. "Mi assumo le responsabilità della sconfitta", ha detto Renzi.

Per quanto riguarda gli italiani all'estero, la Farnesina comunica che i dati dello spoglio sono ancora parziali, ma chee' nettamente marcata la prevalenza dei Si' nel voto degli italiani all'estero. Alle ore 23,55 sono 31 le sezioni scrutinate ed il "no" aumenta il vantaggio sul "sì": 54,51% a 45,49%.

Nelle Marche il risultato totale è più tenero nelle dimensioni, ma non nella sostanza per i sostenitori del Sì: 44,95% i favorevoli alla riforma, battuti dal 55,05% dei contrari.

Altre Notizie