Lunedi, 20 Agosto, 2018

Il risultato non spaventa i mercati: Milano in calo dell'1,8%. Spread su

Borsa Fope si quota su AIM Italia Borsa Fope si quota su AIM Italia by Chiara Di Martino 5 dicembre 2016
Esposti Saturniano | 05 Dicembre, 2016, 12:44

Il rendimento del decennale italiano ora è al 2%, dopo aver toccato il 2,04% nelle prime battute e contro l'1,90% di venerdì. A Tokyo l'indice Nikkei si attesta a 0,82%.

Le previsioni degli analisti sono state confermate: la Borsa Italiana ha aperto in forte ribasso e le europee non sono riuscite, almeno inizialmente, ad invertire il trend negativo, il tutto a causa dell'esito del referendum costituzionale che ha sancito la vittoria del No. Ecco come stanno reagendo Borsa Italiana, Borse europee e spread.

Snobbano il risultato, a dispetto dei futures di questa mattina, le altre piazze del Vecchio Continente che viaggiano positive: Francoforte +1,12%, Amsterdam +0,82%, Bruxelles +0,44%, Parigi +0,48%, Lisbona +0,18%, Londra +0,19%, Zurigo +0,79% e Madrid -0,26%.

Avvio in calo per Piazza Affari: All-share a 18.334,95 punti a -1,60%, Mib a 16.771,54 punti a -1,85%.

Molto bene Leonardo Finmeccanica (+3,3% a 12,78 euro) che approfitta della decisione di Deutsche Bank di migliorare la raccomandazione da hold a buy, con target a 14 euro. Il mercato sconta il probabile sostegno della Bce, impegnata nel suo programma di acquisto titoli da 80 miliardi al mese. Sotto pressione il comparto dei bancari: in particolare Mps che lascia sul terreno il 7%. Il titolo guadagna lo 0,85% a 19,66 euro. Solo Pop Milano -0,6% e Unicredit -0,2% sono in questo momento in territorio negativo. Piazza Gae Aulenti ha annunciato prima dell'apertura dei mercati l'avvio con Amundi del negoziato in esclusiva per la possibile vendita degli asset di Pioneer Investment. Intanto, gli analisti del Credit Suisse prevedono che Unicredit annuncerà un aumento di capitale nell'ordine dei 10-13 miliardi di euro in occasione della presentazione dello "Strategy Day" che si terrà il 13 dicembre. Soffrono anche Ubi (-4,12%), Mediobanca (-4%) e Bper (-4,5%). Un euro vale anche 121,22 yen (121,13), mentre il rapporto dollaro/yen è a 113,97 (113,53).

Altre Notizie