Martedì, 15 Ottobre, 2019

Serie A: Sampdoria-Torino 2-0, le pagelle

Torino Ljajic e Iago Falque dovranno fare lavoro doppio Serie A: Sampdoria-Torino 2-0, le pagelle
Cacciopini Corbiniano | 05 Dicembre, 2016, 11:50

La Sampdoria rovina la festa al Torino: a "Marassi" gli uomini di Giampaolo battono 2-0 i granata di Mihajlovic, grazie alle reti di Barreto e Schick nella ripresa. Siamo il secondo attacco della serie A e questa è una squadra che sposa il mio atteggiamento ma anche la qualità.

Domenica prossima il derby con la Juventus. Quarto successo consecutivo al Ferraris (dopo Genoa, Inter e Sassuolo), una striscia di imbattibilità che si allunga a cinque turni, la migliore attualmente in corso in serie A insieme al Milan. La partita inizia subito su ritmi altissimi, con Iago Falque che colpisce la traversa. "E questa è l'unica cosa che mi dispiace perché abbiamo avuto le occasioni per far goal e se avessimo pareggiato non avremmo rubato niente". Il Toro va ugualmente a un passo dal pareggio al 25': il colpo di testa di Belotti rimbalza sul terreno e sembra indirizzato in fondo al sacco ma Puggioni respinge in tuffo con un gran colpo di reni.

Le formazioni di partenza sono quelle annunciate.

Mister Giampaolo trova tre punti preziosissimo contro un avversario che fino ad ora non aveva conosciuto intoppi al suo cammino verso le posizioni nobili.

Reti: 6' st Barreto (S), 49' st Schick (S). Non mi piace quando si parla del Torino come una squadra che lotta e basta, è normale che se non lotti non vinci.

Ammoniti: Rossettini al 22′ p.t.; Barreto al 29′ p.t.; Benassi al 13′ s.t.; Barreca al 13′ s.t.; Baselli al 26′ s.t.

"Sono contento delle risposte che ho ricevuto contro il Cagliari, ho la possibilità di scegliere fra più calciatori e la buona prova in Coppa ha dimostrato che anche chi ha giocato meno non si è mai sentito escluso". A un minuto dal 90' arriva l'1-1 di Maxi Lopez, ma al momento dello stacco l'argentino era in lieve fuorigioco. Da una parte Marco Giampaolo al quale i sampdoriani riconoscono il merito di aver dato un'identità di gioco alla squadra, che mancava da qualche anno, e dall'altra Sinisa Mihajlovic il cui carattere e in piena simbiosi con lo spirito del Toro.

Altre Notizie