Venerdì, 14 Agosto, 2020

Corini Palermo per la salvezza, ma le colpe sono tutte di Zamparini

Fiorentina-Palermo probabili formazioni rivoluzione Corini | Sport e Vai Corini Palermo per la salvezza, ma le colpe sono tutte di Zamparini
Evangelisti Maggiorino | 03 Dicembre, 2016, 12:20

Il patron rosanero ha atteso il mercoledì di Coppa Italia per ufficializzare una decisione che era nell'aria da tempo: Roberto De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo. E, a quanto pare, si aspettava altre scelte da parte del tecnico: "Per questo motivo gli ho chiesto di fare giocare tutte le prime linee". I liguri di Di Carlo, invece, non hanno convinto del tutto ma comunque al momento navigano a vista in zona play off: le ambizioni erano addirittura quelle di lottare per la promozione diretta.

Il presidente del club rosanero, Maurizio Zamparini, ha infatti deciso di sollevare dall'incarico l'ex allenatore del Foggia ed affidare la panchina ad Eugenio Corini.

"Dobbiamo avere la forza per rimanere in Serie A, io, il mio staff ed i miei giocatori dobbiamo dare il massimo per raggiungere questo obiettivo". Ci stringiamo vicini, siamo una famiglia. "Domani sara' gia' a Palermo a dirigere l'allenamento".

Il Palermo continua nella sua crisi senza fine e perde anche con lo Spezia.

Cambio della guardia, il secondo dall'inizio della stagione, per il Palermo. Realizza 12 reti in 40 partite giocate. Esito della partita affidata quindi ai calci di rigore che risulteranno fatali alla squadra di casa per gli errori di Balogh e Goldaniga.

Si tratta della soluzione tattica che in passato è stata maggiormente utilizzata da Corini. Ultimo in campionato, domenica scorsa i siciliani contro la Lazio hanno incassato la settima sconfitta di fila al Barbera dove, in questa stagione, non hanno mai fatto nemmeno un punto. In quegli anni è stato uno dei giocatori più importanti della società rosanero. Lo stesso Ballardini, per cui ormai si è perso il conto delle volte in cui è stato cacciato e richiamato in sella al Palermo, aveva posto delle condizioni impossibili da accettare, proprio perché non aveva la minima intenzione di tornare. Corini ha poi menzionato l'equilibrio fra reparti come collante indispensabile per non farsi inghiottire da una serie A che al cospetto di un'incertezza non perdona nulla.

Altre Notizie