Mercoledì, 19 Giugno, 2019

Ex candidata alla presidenza USA presenta una petizione per riconteggio voti

Usa 2016 sostenitori di Clinton vogliono riconteggio in 3 Stati Ex candidata alla presidenza USA presenta una petizione per riconteggio voti
Esposti Saturniano | 02 Dicembre, 2016, 05:07

L'ex candidata alla presidenza ha lanciato su internet una raccolta fondi, che servirà a finanziare il riconteggio dei voti in tre stati. La risposta fornita da chi non crede minimamente al fatto che si tratti di un caso è una sola: manipolazione del voto. Al termine di un'escalation di attacchi alla rivale sconfitta Hillary Clinton, che ha deciso di appoggiare l'iniziativa della verde Jill Stein per il riconteggio dei voti in tre Stati incerti (Michigan, Wisconsin, Pennsylvania), il miliardario ha twittato: "Oltre ad aver conquistato a valanga il collegio elettorale, ho vinto il voto popolare se si deducono milioni di persone che hanno votato illegalmente". Il Presidente eletto Donald Trump, intanto, torna all'attacco di Hillary Clinton. A questo punto si schiera a suo sostegno MoveOn e già raccoglie 80.000 firme: MoveOn è un'organizzazione della sinistra democratica, ha appoggiato prima Bernie Sanders poi Hillary Clinton.

Nei tre stati citati sono state segnalate dai media nei giorni scorsi delle irregolarità nel voto elettronico. "Queste preoccupazioni vanno indagate prima che le elezioni 2016 vengano certificate" ha dichiarato Stein in una nota.

Wisconsin a parte, l'attenzione, sempre a proposito di riconteggio, è incentrata anche su Pennsylvania e Michigan, in cui Trump ha un margine rispettivamente di 1,2% (70mila voti) e di 0,3% (10700 voti). Il direttore del sito Five Thirty Eight sostiene che il calo dei voti a favore di Clinton si può spiegare anche semplicemente analizzando i tassi e andamenti demografici nelle contee in questione. Quelli sono in massima parte voti ottenuti in California e altre zone dove comunque la totalità dei grandi elettori è andata a Hillary; non servono perché vincere col 50,1% o col 62% è la stessa cosa al fine del bottino di delegati. Conway ha detto alla Abc che mentre Trump è "magnanimo" verso Clinton, "penso che l'atteggiamento di lei sia di chiedere al suo legale di unirsi a questo ridicolo riconteggio". Se invece Clinton dovesse fare un exploit e portare a casa tutti e tre gli Stati dove i voti elettronici verranno riesaminati, potrebbe raggiungere un numero di grandi elettori sufficienti ad aggiudicarsi le elezioni. (E forse sarebbe Trump a studiare le opzioni di ricorso).

Altre Notizie