Domenica, 04 Dicembre, 2016

Disastro Bonucci, Simeone fa impazzire Genoa: Juventus sotto di due gol!

LaPresse  Valerio Andreani LaPresse Valerio Andreani
Cacciopini Corbiniano | 30 Novembre, 2016, 23:18

Chi segna alla Juventus di solito ha un destino radioso davanti a sè, il Cholito è pronto a spiccare definitivamente il volo. Campanello di allarme per Allegri che ora vede il Milan avvicinarsi a-4 e con la Roma che avrà la possibilità di raggiungere i rossoneri vincendo questa sera a Pescara.

Mamma mia che Genoa. In Sicilia per la prima volta nelle ultime sei giornate la Lazio non ha neppure subito gol.

Poi i tanti problemi fisici che hanno colpito l'attacco bianconero (prima Pjaca, poi Dybala e Higuain) hanno portato il colombiano stabilmente nell'11 titolare di Allegri, come esterno d'attacco oppure come seconda punta. A centrocampo c'è Hernanes al posto di Marchisio, con Khedira e Pjanic ai suoi lati; sugli esterni agiranno Dani Alves ed Alex Sandro. Simeone, quindi, dovrebbe partire titolare e giocare in mezzo a Ninkovic e Ocampos.

Panchina: Lamanna, Zima, Fiamozzi, Gentiletti, Biraschi, Cofie, Lazovic, Ntcham, Gakpé, Pandev.

PROBABILI FORMAZIONI JUVENTUS - La Juventus cambia rispetto alla partita di Siviglia: torna la difesa a tre con Chiellini che sembra essere pronto a riprendersi la maglia da titolare, conferma per Rugani sul centrodestra mentre ovviamente sarà Bonucci a comandare il reparto che gioca a protezione di Buffon.

Indisponibili: Mandragora, Barzagli, Dybala, Pjaca, Benatia, Higuain. Juventus nervosissima, la foto fedele arriva al 47': quasi a contatto Cuadrado e Mandzukic, con Dani Alves a dividere i due compagni di squadra.

Biraschi s.v. Tre minuti in campo per far scorrere il cronometro. Avevamo iniziato anche bene andando avanti, poi siamo stati leggeri dietro e non puoi prendere un gol come il primo e tre gol nell'area piccola. In questo caso, il bilancio diventa ampiamente a favore dei bianconeri grazie a 67 vittorie contro i 22 successi del Genoa.

La Juve perde 3-1 in casa del Genoa la 14ª giornata di Serie A 2016-2017.

Pjanic: Un'altra perla su punizione, l'ennesima del suo ormai ricco repertorio, permette ai bianconeri di salvare quantomeno l'onore con il gol della bandiera; per il risultato, invece, è troppo tardi: il danno è già ampiamente fatto.

Altre Notizie