Domenica, 04 Dicembre, 2016

Fortuna Loffredo - Arriva in aula la perizia del medico legale

Machelli Zaccheo | 30 Novembre, 2016, 21:20

Lo ha confermato il medico legale deponendo come teste al processo per l'omicidio della bimba del Parco Verde di Caivano. Per il medico legale la piccola è caduta di spalle, leggermente inclinata sul lato destro da un'altezza superiore di 10 metri. Ad ascoltare, invece, dietre le sbarre il presunto violentatore e omicida della piccola, Raimondo "Titò" Caputo, ex convivente di Marianna Fabozzi (anche lei imputata) madre delle tre bambine che lo hanno accusato di stupro e di essere il killer di "Chicca".

Sono state le risposte che una bambina ha dato agli psicologi e soprattutto i suoi disegni, raffiguranti strisce sul volto di un uomo assimilabili a dei serpenti, a consentire agli inquirenti di venire a conoscenza del degrado familiare in cui la piccola viveva e a metterli nella condizione di fare luce sulla tragica fine di Fortuna Loffredo. Mimma Guardato scoppia a piangere e scappa via dall'aula. L'accusa sostiene che Fortuna sarebbe "caduta tra l'ottavo e il nono piano". "E da quello accertato non aveva subito violenze fisiche, del tipo che sono procurate quando ci si difende da un'aggressione, ha continuato il medico legale". Poi nel pomeriggio è stata la volta del perito medico che eseguì l'autopsia e l'esperto che effettuò i rilievi balistici per determinare il punto di caduta. E gli abusi erano cronici. Uno choc per tutti: "Quando è stata lanciata nel vuoto Fortuna era viva e cosciente".

L'udienza è stata aggiornata al prossimo 9 dicembre 2016 durante la quale verrà sentita la mamma della vittima.

Altre Notizie