Domenica, 04 Dicembre, 2016

Il Palermo domani in campo contro lo Spezia per la Coppa Italia

Colpo di scena a Palermo: De Zerbi confermato Palermo-Spezia, Di Carlo "Vogliamo passare il turno"
Evangelisti Maggiorino | 30 Novembre, 2016, 16:16

"Il mio futuro? Prima di tutto bisogna guardare al presente, io sono molto contento di essere qui, mi sono integrato molto bene nel tessuto di questa realtà; quando sarà il momento ne parleremo, sono molto tranquillo; in caso di promozione in rinnovo sarà automatico, ma per ora l'obettivo è tornare a battagliare con le squadre che stanno davanti in classifica, cercando di migliorare partita dopo partita".

Un De Zerbi che prova a vivere questa situazione nella maniera più lucida e meno passionale possibile, anche per trovare la soluzione giusta da prendere per evitare il tracollo definitivo: "Non ho rotture di scatole in testa, anche se non è bello vivere questa situazione". Non devo essere io ad accendere le scintille, i giocatori devono reagire in primis per se stessi.

Ancora tante assenze per il Palermo. Titola così Il Giornale di Sicilia che parla della sfida odierna tra i rosa e lo Spezia, valida per il quarto turno eliminatorio di Coppa Italia. Diamanti viene in panchina ma ha un problema all'adduttore e non lo terrò in considerazione per domani. A Firenze inoltre avremo tre squalificati che si aggiungono agli infortunati. Posavec e Nestorovski andranno in panchina, Balogh è rientrato in gruppo lunedì e andrà in panchina, ma può darsi che faccia uno spezzone di gara. Vorrei che si tenesse conto di questo anche nel nostro caso, e nelle scelte che prendo. Se volete vederla con telecronaca in lingua straniera (se quella della Rai è troppo noiosa) basta seguire i links gratuiti dei siti contenuti nel portale di Rojadirecta raggiungibile in Italia attraverso il VPN. "Spero di averlo a disposizione domenica, magari non al 100%". Nel calcio non c'è mai niente di scontato, si parte da 0 a 0 e proveremo a compiere una grande impresa, come già accaduto a Roma lo scorso anno.

Un altro discorso lo è pure la sua posizione in panchina e la conferma ricevuta dal presidente Zamparini nonostante la crisi di risultati: "Non ho paura dell'esonero - assicura De Zerbi - e lo dico perché non è quello che non mi fa dormire la notte, ma le sconfitte ed il modo in cui ci esprimiamo. Ma la salvezza passa anche da un rafforzamento della squadra a gennaio".

Altre Notizie