Domenica, 04 Dicembre, 2016

I risultati della 14^ giornata di serie A - Juve: giornata da dimenticare

Palermo- Lazio 0-1 Calcio, Lazio batte Palermo 1 a 0
Cacciopini Corbiniano | 30 Novembre, 2016, 16:10

Per i clivensi rete di Inglese e proteste per due rigori non concessi dal direttore di gara. Il Cagliari supera in casa l'Udinese per 2-1, sblocca un rigore di Farias, pari di Fofana e gol vittoria di Sau.

La squadra che nel pomeriggio può approfittarne è l'Atalanta, prossima avversaria dei bianconeri.

Pareggiano 1-1 Crotone e Samp. Corre evidentemente meglio, se i numeri dicono che siamo a sette vittorie e un pareggio nelle ultime otto gare. Di contro, un Genoa perfetto a leggere i limiti della Juve e ad esaltare le proprie virtù: tra la mira del bomber di giornata Simeone (che respinge al mittente chi lo aveva definito "figlio di") e la lena dell'onnipresente Rincon o tra l'attenzione difensiva di Izzo e i passaggi di Lazovic, Juric ha potuto schierare in campo una squadra agguerrita che sapesse perfettamente recitare il copione assegnato, come del resto aveva fatto quando aveva travolto il Milan. I tifosi orobici aspettano la squadra nel centro della città, a Porta Nuova, intonando diversi cori tra i quali: "Portaci in Europa" e "Vinceremo il tricolor". Biancocelesti vittoriosi nonostante una partita poco lucida, ma che si presentano al derby con tre punti in più in cascina. Presto per dire se la gloria paterna albergherà anche sulla testa del figliol.prodigo di goal ma di certo la classe non è mai acqua ma qualcosa di più concreto soprattutto per i colori rosso blu.

La Roma dal canto suo prima si illude di fare una serena sgambata contro la truppa dell'ex laziale Oddo ma poi si deve ricredere e a pochi minuti dal termine rischia pure di rimanere incornata dagli assalti tutt'altro che velleitari dei biancazzurri felici per un giorno di rivestire i colori degli odiati cugini dell'altra sponda del Tevere. Gagliardini dà il massimo da centrocampista che pressa, un ruolo fondamentale nel 3-4-3 di Gasperini, e infatti da qualche mese a questa parte è diventato uno dei migliori centrocampisti italiani in questo aspetto di gioco.

Claudio Ranieri non ci sta. È normale che ripensano alla scorsa stagione quando tutti giocavano bene e tutto quello che facevano andava bene. Come fanno le grandi squadre.

Altre Notizie