Domenica, 04 Dicembre, 2016

Cassazione: dare dell'omosessuale non è un insulto

Cassazione dare dell'omosessuale non è un insulto Cassazione: “Il termine omosessuale non è un'offesa”
Evangelisti Maggiorino | 30 Novembre, 2016, 06:10

Dire omose$suale non è offensivo.

A differenza di altri 'appellativi' che, invece, mantengono un carattere denigratorio - si legge ancora nella sentenza 50659 della Suprema Corte - questa parola è entrata nell'uso corrente e attiene alle "preferenze sessuali dell'individuo", assumendo di per sé "un carattere neutro".

Apostrofare qualcuno con la parola "omosessuale" non può più essere considerato reato. A sancirlo chiaramente è la Cassazione (con la sentenza n. 50659/2016, depositata oggi e qui sotto allegata), azzerando di fatto la condanna per diffamazione nei confronti di un soggetto che in una querela aveva utilizzato il termine "omosessuale" per identificare un'altra persona. Sono esclusi, ovviamente, tutti i termini che vengono utilizzati per definire in modo dispregiativo una persona omosessuale.

L'imputato è un uomo argentino di 70 anni, Carlo Alberto Chichiarelli, noto alle cronache della capitale per vantare un credito di 13 milioni e mezzo di euro - soggetti a interessi e rivalutazione dal 1980 - dal Comune di Roma per l'enorme espropriazione dei terreni di Tor Bella Monaca appartenuti al conte Romolo Vaselli del quale è entrano nell'asse ereditario per via di una 'liaison' sentimentale. Nell'impugnare la condanna al pagamento di una pena pecuniaria, l'uomo, saltando la fase dell'appello, si era rivolto direttamente alla Suprema Corte sostenendo che ormai la parola 'omosessuale' non nasconde piu' un riferimento lesivo perche' ormai fa parte del linguaggio comune. Gli ermellini però, come riportato da Il Fatto Quotidiano, hanno chiarito che "la tipicità della condotta di diffamazione consiste nell'offesa alla reputazione: è dunque necessario che i termini dispiegati o il concetto veicolato, nel caso di comunicazione scritta o orale, siano oggettivamente idonei a ledere la reputazione del soggetto".

Altre Notizie