Giovedi, 18 Luglio, 2019

Roma scende all'ottantottesimo posto per qualità vita

Evangelisti Maggiorino | 27 Novembre, 2016, 19:55

Dal 2011 la dominatrice di questa speciale classifica era Trento, ma da quest'anno è ufficiale il 'ribaltone': in testa tra le città con maggiore qualità della vita troviamo ora Mantova, che è anche Capitale della Cultura 2016.

Bologna e Bolzano prime per lavoro, Imperia ultima per l'ambienteNelle "sottoclassifiche", Bologna e Bolzano sono prime per affari e lavoro, l'ultima con un tasso di disoccupazione al 3,82%, dieci volte più basso di quello dell'ultima classificata, Crotone (31,46%). Bisogna in ogni caso ricordate come 53,9% della popolazione ritiene il proprio tenore di vita non sia accettabile. L'ultimo posto è di Crotone, sebbene, rispetto alle altre province meridionali, presenti elementi di discontinuità. E la provincia è addirittura ricompresa nel gruppo delle più virtuose nelle dimensioni criminalità e popolazione. Secondo la classifica stilata annualmente, in base ai dati della ricerca dell'Università La Sapienza per ItaliaOggi, la Capitale è passata dal sessantanovesimo posto del 2015 all'ottantottesimo di quest'anno, posizionandosi su livelli di qualità della vita gravemente insufficienti. La precede Siracusa (era al 104mo posto).A deludere le grandi aree urbane, che arretrano tutte, rispetto allo scorso anno, ad eccezione di Torino (che sale di 6 posti).Ma se Milano e Napoli perdono 7 e 5 posizioni, Roma ne perde 19 arrivando 88ma (31 sul 2014).

A livello di macro-aree, Nord-est e centro reggono meglio il colpo della crisi, soffre il Nordovest e in particolare il Sud e le Isole. Secondo questi indicatori ancora il 53,9% degli italiani vive in territori dove la qualità della vita è scarsa o insufficiente, tra cui appunto i romani il cui stile di vita peggiora di anno in anno.

Per quanto riguarda le grandi città, Roma scende drasticamente nella classifica.

Altre Notizie