Domenica, 20 Ottobre, 2019

Violenza donne: tweet Papa, un dramma

Acerboni Ferdinando | 26 Novembre, 2016, 11:51

Non si risolverà mai il problema della violenza sulle donne, se non lo si affronterà nella sua globalità. Ai femminicidi si aggiungono violenze - verbali, psicologiche - che sfuggono ai dati ma che, se non fermate in tempo, rischiano di mietere altre vittime. I diritti delle donne sono una responsabilità di tutto il genere umano, lottare contro ogni forma di violenza nei confronti delle donne è un obbligo di tutta l'umanità, il rafforzamento del potere di azione delle donne significa il progresso di tutto il genere umano, occorre parlare di questo fenomeno, bisogna parlarne nelle scuole, nelle parrocchie e soprattutto in famiglia, occorrerebbe realizzare un programma di educazione all'amore, una sorte di codice dei sentimenti. Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha condannato con fermezza la violenza sulle donne con una dichiarazione nella quale ha sottilineato: 'La violenza contro le donne e' inaccettabile, e' una ferita all'intera societa'. Petitti: "Dalla Regione un milione di euro per sostenere chi si occupa quotidianamente di sostegno alle donne. La storia va ricordata perché troppo spesso questi eventi restano dei contenitori per tante manifestazioni che si perdono tra un appuntamento e l'altro". E, dall'inizio dell'anno, 116 di queste hanno trovato la morte (più di una ogni tre giorni). Lo ricorda, nella giornata internazionale contro le violenze alle donne, la Portavoce Nazionale Psi, Maria Cristina Pisani, presidente del Forum Nazionale dei Giovani. "Per tale ragione dobbiamo cercare di affrontare questi disagi tutti insieme, creando dei percorsi virtuosi che aiutino chi subisce violenze ingiustificabili".

E' quindi l'occasione per fare il punto su un drammatico fenomeno, quello della violenze di genere.

Sono stato lieto di aprire l'incontro recitando la toccante poesia di Alda Merini "Il regno delle donne" che ha contribuito a creare un'atmosfera di raccolta e riflessione e che ha dato avvio al confronto tra gli esperti.

E domani il camper della Polizia di Stato sarà a San Giovanni in Persiceto, in Piazza del Popolo, a partire dalle ore 10.30, d'intesa con il Comune e con il referente del Polo Scolastico "Archimede".

Altre Notizie