Domenica, 20 Ottobre, 2019

Tanaro esonda nel Cuneese, strade chiuse

Evangelisti Maggiorino | 26 Novembre, 2016, 10:56

Ferrero ha deciso di sospendere la produzione nel suo stabilimento in città per tutta la giornata di oggi, per motivi di sicurezza e per ridurre il traffico verso i suoi impianti.

Il Po rompe gli argini a Torino: allagati i Murazzi nel centro cittadino. Il Pellice e il Chisone hanno raggiunto il livello di guardia; è stata disposta la chiusura della Regionale Pinerolo-Saluzzo (589) all'altezza del ponte sul torrente Ghiandone (località Staffarda, comune di Revello) per l'esondazione del torrente. Ma andiamo a scoprire la situazione nel dettaglio, per la Liguria e il Piemonte. Un'ordinanza emessa dal Sindaco Appendino vieta transito e sosta lungo il fiume. La caserma della polizia stradale, a Ceva, in provincia di Cuneo, è stata allagata dall' esondazione del fiume Tanaro. Sono stati chiusi i ponti Odasso, Barjols e 'della Lepetit'.

Le esondazioni del Tanaro hanno causato disagi e allagamenti anche nella provincia di Asti, soprattutto nei centri di Bubbio, Monastero e Cessole nella valle Bormida. ANSA/LUCA ZENNARO Un cartello luminoso che avverte dell'allerta rossa a Genova a partire da stasera alle ore 21 fino alle 6 del 25 novembre, Genova, 23 novembre 2016.

A Garessio, comune di circa 3mila abitanti nell'alta val Tanaro la situazione più critica. In Liguria, invece, un pescatore risulta disperso a Chiavari.

LIGURIA. Alcuni torrenti in piena a Ponente e una decina di famiglie sfollate precauzionalmente nel Savonese. L'acqua sta invadendo anche le strade di Bagnasco. Inoltre si registrano un significativo innalzamento sempre dell'Argentina più a valle, a Merelli; una crescita costante del livello dell'Arroscia a Pogli, che è attualmente di un metro inferiore rispetto alla soglia di piena straordinaria, e del Centa a Molino Branca.

Persistono pertanto i problemi di viabilità in tutta la regione, per via delle frane e degli allagamenti.

A Ormea i cittadini si sentono isolati, in alcune strade si sono addirittura aperte delle voragini.

Il Centro funzionale della Regione Piemonte ha emesso il bollettino di Allerta Rossa, il più alto in ordine di criticità. Al momento, si apprende da fonti del Dipartimento della Protezione Civile, a preoccupare i tecnici è la zona di Alessandria e l'area torinese, dove il Bormida confluisce nel Tanaro che a sua volta va a finire in un tratto del Po che è già in allerta rossa. I livelli del Po sono attualmente in crescita, con valori al di sopra dei livelli di guardia in tutte le sezioni fino a San Sebastiano.

Altre Notizie