Sabato, 20 Luglio, 2019

Erdogan minaccia di riaprire le frontiere ai migranti

Erdogan minaccia di riaprire le frontiere ai migranti Erdogan minaccia di riaprire le frontiere ai migranti
Evangelisti Maggiorino | 25 Novembre, 2016, 22:44

"In un momento in cui la Turchia, che ha un confine di 1295 chilometri con Siria e Iraq, è coinvolta in un'accresciuta lotta contro il terrorismo, in Europa ci sono dibattiti senza visione e imprudenti, invece di mostrare solidarietà".

L'eventualità di un ingresso della Turchia nell'Unione Europea è stata a lungo oggetto di dibattito in sede di Parlamento UE, a causa delle controverse posizioni che il Governo di Ankara ha assunto negli ultimi anni, da quando la guida del Premier Recep Tayyip Erdogan si è fatta sempre più dispotica, fondamentalista ed intollerante. "Quando 50mila rifugiati sono arrivati a Kapikule (la frontiere tra Turchia e Bulgaria, ndr) vi siete messi a urlare e a dire 'Che faremo se la Turchia apre i valichi di frontiera?'", ha aggiunto il presidente turco che, in caso di approvazione della bozza della Costituzione, potrebbe rimanere al potere fino al 2029. Questo quanto emerso in un discorso a Istanbul durante il quale Erdogan è tornato a criticare l'Ue anche per un presunto sostegno ai "terroristi" della rete di Fethullah Gulen e del Pkk curdo.

La Turchia, però, minimizza: "La decisione che suggerisce di sospendere i negoziati con la Turchia è presa dal Parlamento europeo non è vincolante da un punto di vista giuridico", ha detto Omer Celik, il ministero turco per gli Affari europei.

La disposizione decisa dall'Europarlamento con 479 voti a favore, 37 contrari e 107 astensioni, è stata maggiormente sostenuta da conservatori, socialisti, liberali e verdi. Tuttavia, in un partenariato "la volontà politica di cooperare deve provenire da entrambe le parti" e la Turchia non dimostra "tale volontà politica, dato che le azioni del governo allontanano ulteriormente il Paese dal suo percorso europeo". E questa è una linea rossa condivisa da vari Paesi membri e dall'Italia in particolare dall'Italia. I deputati hanno infatti ricordato che "l'opposizione inequivocabile alla pena di morte è un elemento essenziale dell'acquis dell'Unione".

Altre Notizie