Mercoledì, 18 Settembre, 2019

Salerno, una panchina rossa contro la violenza di genere

Salerno, una panchina rossa contro la violenza di genere Salerno, una panchina rossa contro la violenza di genere
Evangelisti Maggiorino | 25 Novembre, 2016, 21:24

Hanno anticipato con il loro convegno il tema della giornata mondiale odierna che è dedicato alla lotta contro la violenza contro le donne.

Sono state 157 le donne, di cui 93 prese in carico, che si sono rivolte al Centro Alpha anche solo telefonicamente, per richiedere informazioni o consulenze.

Alcune volontarie in collaborazione con la biblioteca comunale, hanno raccolto varie paia di scarpe, per la maggior parte di colore rosso e quelle che erano di un altro colore, sono state dipinte con la vernice. Come disse Isaac Asimov, "La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" - ha commentato il Sindaco Di Primio rivolgendosi alla platea di studenti intervenuti -.

Se siete vittime di stalking e violenza, parlate.

Locandine, volantini e manifesti saranno appesi ovunque: un'occasione per informare ma anche per dare coraggio e un punto di riferimento a chi non ha nessuno a cui rivolgersi. Il Consiglio regionale ha istituito la Commissione di parità, che saprà senz'altro corrispondere ai bisogni delle donne, e con legge, l'altro giorno, l'Osservatorio sulle violenze alle donne.

"La violenza contro le donne in qualsiasi modo essa si manifesti rappresenta la più grande violazione di diritti verso il genere umano che va contrastata con ogni mezzo".

Intanto è di questi giorni la notizia che il Ministero delle pari opportunità ha approvato e finanziato il progetto "Sibilla" (sistema di azioni integrate per il potenziamento dai centri antiviolenza in Abruzzo) che il Comune di Chieti ha presentato in partenariato con i Comuni di Pescara e Vasto, i Centri Antiviolenza Alpha di Chieti, Ananke di Pescara, Donna Attiva di Vasto e Le Melusine di L'Aquila.

"La condizione indispensabile perché le Istituzioni pubbliche siano credibili, quando si discute di femminicidio e maltrattamenti alle donne, è agire con provvedimenti legislativi e amministrativi mirati e risorse in favore dei presidi di prevenzione e sostegno psicologico e legale alle donne".

In Italia sono oltre cento le donne che ogni anno vengono uccise da uomini, dai loro uomini, da chi diceva di amarle.

Altre Notizie