Sabato, 14 Dicembre, 2019

Oggi è la giornata contro la violenza sulle donne: 116 donne uccise

L'evento in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne del 25 novembre L'evento in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne del 25 novembre
Evangelisti Maggiorino | 25 Novembre, 2016, 20:14

I diritti delle donne sono una responsabilità di tutto il genere umano, lottare contro ogni forma di violenza nei confronti delle donne è un obbligo di tutta l'umanità, il rafforzamento del potere di azione delle donne significa il progresso di tutto il genere umano, occorre parlare di questo fenomeno, bisogna parlarne nelle scuole, nelle parrocchie e soprattutto in famiglia, occorrerebbe realizzare un programma di educazione all'amore, una sorte di codice dei sentimenti. Tra queste, il 31,5% ha un'età compresa tra i 16 e i 70 anni. Troppo spesso fenomeni quali il "mobbing" o lo "stalking occupazionale" anche nella nostra Repubblica colpiscono prevalentemente le lavoratrici e, purtroppo, le tutele da questo punto di vista sono ancora carenti.

Se qualcuno ha ancora in testa lo stereotipo della donna più discriminata al Sud dovrà ricredersi.

Sono una trentina le donne della Cgil che sabato 26 novembre raggiungeranno Roma per prendere parte alla manifestazione nazionale "Non una di meno", promossa da Udi, Dire e Io Decido, per dire basta alla violenza maschile sulle donne.

Secondo un rapporto di UN Women, una donna su tre subisce violenza fisica o psicologica. Nei primi dieci mesi del 2016 sono state 116 le donne uccise, più di una ogni 3 giorni; il 75,9% dei femminicidi avvengono in ambito familiare e ad uccidere nel 92, 5 % dei casi sono uomini. L'età media delle vittime è 50,8 anni. Immaginatela a tema. Ed è proprio il tema a renderla speciale: perché in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne quella che trovate qui è una playlist che viene direttamente dalla mediateca di Pubblicità Progresso.

Sono cinque milioni di euro all'anno le risorse stanziate, grazie ad alcuni emendamenti alla legge di bilancio, approvati giovedì. Abbiamo citato 4 donne, 4 storie di violenza, 4 omicidi. Dopo i saluti del sindaco, Pietrantonio Cristofaro, e l'introduzione dell'assessore alla Cultura e Politiche Sociali, Elisabetta Sestito, sarà proiettato un video e saranno interpretate delle letture tratte da "Il rosa che si tinge di rosso" a cura della Compagnia del Cucco.

Altre Notizie