Lunedi, 18 Novembre, 2019

È morto Vittorio Sermonti, fece riscoprire Dante agli italiani

Letteratura addio al dantista Vittorio Sermonti È morto Vittorio Sermonti, fece riscoprire Dante agli italiani
Evangelisti Maggiorino | 24 Novembre, 2016, 11:52

Vittorio Sermonti è morto ieri sera a Roma all'età di 87 anni. Sermonti era nato a Roma nel 1929.

Qualche giorno Sermonti fa aveva annunciato di volersi ritirare dalla scena lavorativa per prendersi una pausa e lo ha fatto con un Tweet in cui ha scritto: "Cari amici, mi prendo qualche giorno di riposo". La sua rilettura di Dante aveva avuto grande fortuna facendo riscoprire agli italiani la Divina Commedia. Sermonti lascia tre figli nati dal suo primo matrimonio con Samaritana Rattazzi ovvero Maria, Anna e Pietro, attore noto ai più per aver vestito i panni del Dottor Guido Zanin nella serie tv "Un medico in famiglia". Insomma: un fascista, così diverso da Vittorio, che tra i tanti amori ebbe anche quello per il Pci. Finalista all'ultima edizione del premio Strega con questo romanzo autobiografico, si era piazzato terzo e chi lo ha conosciuto ricorda che ha vissuto con grande ironia l'esperienza del premio letterario più discusso d'Italia. È stato amico di grandi figure del secondo Novecento, da Bassani a Pasolini a Parise, ha lavorato con i maggiori attori, da Paolo Poli a Gassman, da Ricci a Carmelo Bene. Alla passione per Dante ha dedicato in particolare tre volumi in forma di racconto critico (L'Inferno di Dante, Rizzoli 1988; Il Purgatorio di Dante, 1990; Il Paradiso di Dante, 1993). Nel 1987 la RAI affidò a Sermonti la registrazione radiofonica di tutti i cento canti della Commedia di Dante, da lui introdotti con una premessa critica del testo. Fra l'autunno 2009 e la primavera 2010 ha registrato per intero, con la regia della moglie Ludovica Ripa di Meana e a loro spese la versione definitiva dei cento commenti-racconto e delle cento letture della Commedia di Dante, dei dodici libri dell'Eneide e di 14 "racconti verdiani". Appassionato di musica, ha scritto anche su Mozart, Lorenzo Da Ponte, Emanuel Schikaneder, Pietro Metastasio, Ettore Petrolini, August Strindberg.

Altre Notizie