Venerdì, 15 Novembre, 2019

Champions League: risultato Siviglia - Juventus 1-3. I bianconeri agli ottavi

Siviglia la sfida dello scienziato Sampaoli che insegna calcio al videogame Champions League: risultato Siviglia - Juventus 1-3. I bianconeri agli ottavi
Evangelisti Maggiorino | 23 Novembre, 2016, 21:51

Sappiamo che qualunque modulo utilizzeranno, loro sono molto pericolosi in contropiede perché sono velocissimi. D'altronde il match col Siviglia sarà molto importante in quanto determinerà con molta probabilità quale sarà la squadra a conquistare la prima posizione nel girone, questione non da poco dato che chi arriva primo può confidare in un sorteggio più benevolo agli ottavi evitando di affrontare una big. Per il resto non cambia assolutamente niente, per noi è una partita importante, l'anno scorso siamo venuti qui e abbiamo fatto una delle più belle partite in Champions, abbiamo sbagliato tantissimi gol e abbiamo preso gol nell'unica occasione, su una palla alta, dove Llorente ci ha fatto gol. Il Siviglia è primo nel girone con due punti di vantaggio sulla Juventus e andrà matematicamente agli ottavi con un pareggio. La squadra di Allegri deve riscattare il mezzo passo falso interno con il Lione: nell'ultimo turno infatti la Juve si è fatta raggiungere in casa sull'1-1 da un gol di Tolisso nel finale ed ora è chiamata a vincere a meno che non arrivino regali dall'altro campo. Assai male Pjanic e Dani Alves, che nei giorni scorsi aveva goduto di giorni aggiuntivi di vacanza. Allegri potrebbe optare per un 4-3-3 con Cuadrado e Alex Sandro a sostegno di Mandzukic. "Nel tridente possono giocare Sturaro, il ragazzino (Kean, ndr) e Alex Sandro". Sono convinto che i giocatori a disposizione siano in grado di fare bene. In difesa non ci sarà Chiellini che, come ha detto Allegri, andrà in panchina. Il Pipita non ha svolto la rifinitura mattutina dopo una botta presa sabato alla coscia sinistra e non è neppure partito alla volta di Siviglia.

Juventus 11, Siviglia 10, Lione 7, Dinamo Zagabria 0. "La Juventus è un avversario difficile e se non imponiamo il nostro gioco soffriremo". "Una partita per la qualificazione va vinta, poi la seconda, serve per arrivare primo o secondo", sottolinea Allegri.

Altre Notizie