Sabato, 24 Agosto, 2019

Trump, il suo piano dei primi 100 giorni

Trump, il suo piano dei primi 100 giorni Trump, il suo piano dei primi 100 giorni
Evangelisti Maggiorino | 23 Novembre, 2016, 20:23

Donald Trump, futuro Presidente repubblicano degli Stati Uniti, si insedierà alla Casa Bianca a partire dal prossimo 20 Gennaio.

"La mia agenda è semplice: prima l'America". Nell'ambito di questo piano - ha proseguito - ho chiesto al mio team di transizione di mettere a punto una lista di azioni esecutive da intraprendere il primo giorno per riformare le nostre leggi e riprenderci i nostri posti di lavoro.

Nei primi 100 giorni, a Washington metterà l'accento sul lavoro, annunciando un giro di vite sui visti e permessi, per tutelare i lavoratori americani che Trump vede al centro del progetto di riportare l'America in cima al mondo.

Fine annunciata anche per il Ttip con l'Unione europea? "Al presidente degli Stati Uniti è permesso avere qualunque conflitto voglia, ma io non voglio averne", sottolinea Trump, sottolineando tuttavia che Kushner potrebbe aiutare nel processo di pace tra Israele e Palestina.

Con gli USA fuori dal TPP la Cina sarà però maggiormente libera di perseguire i propri interessi con gli ex partner commerciali statunitensi. Annunciata la revisione della politica dei visti, per individuare e reprimere gli "abusi che mettono a rischio i lavoratori americani". Nel mentre allo sconcerto dei molti si contrapponevano le parole della portavoce di Trump, Kellyanne Conway, che ha parlato di "scambio eccellente di opinioni". Si apre una fase inedita e pericolosa per la democrazia in America, e specialmente per le Chiese americane che pretendono di essere ancora l'anima di questa nazione. Ma ci sono state dichiarazioni apparentemente volte a sondare il terreno da parte di esponenti democratici e dell'entourage di Clinton. Non è un bel segnale sul funzionamento della democrazia, ma sembra l'unica strada.

La Tpp era un pezzo importante della politica di Barack Obama, che con questo trattato commerciale voleva rafforzare i rapporti tra gli Stati Uniti e l'Asia. "Riapriremo le miniere" aveva detto Trump in West Virginia.

Voci Globali è una rete di giornalismo partecipativo che unisce professionisti del settore e cittadini attivi che si occupano di diritti umani e temi sociali.

Non si sa molto di più sulle scoperte dei due gruppi. In un altro discorso ha fatto riferimento al Tpp come "il più grande pericolo esistente".

Forti preoccupazioni sono state espresse anche dagli esperti del Wall Street Journal e di Cnn e di Bloomberg.

Tre cose: un presidente non suggerisce a un governo straniero quali ambasciatori nominare, se proprio lo fa non lo fa via twitter, l'idea stessa che il leader del nazionalismo populista e anti immigrati britannico sia la prima scelta di Trump, ci racconta qualcosa della sua presidenza. Thanksgiving in Florida nel suo resort di Palm Beach Trump si e' trasferito in Florida nel suo resort Mar-a-lago di Palm Beach, dove trascorrera' le festivita' del Ringraziamento insieme alla famiglia.

Altre Notizie