Venerdì, 19 Luglio, 2019

La Mafia uccide solo d'estate, anticipazioni seconda puntata: tutto cambia?

La Mafia uccide solo d’estate seconda puntata Lorenzo disperato per la casa La Mafia uccide solo d’estate seconda puntata Lorenzo disperato per la casa
Deangelis Cassiopea | 22 Novembre, 2016, 10:23

Prima di vedere le anticipazioni ufficiali della seconda puntata della fiction La mafia uccide solo d'estate, in onda lunedì 28 novembre 2016, vediamo le anticipazioni di stasera. Raccontare la famiglia dei Giammarresi attraverso sei puntate in onda a partire da questa sera, 21 novembre, concederà alla trama conosciuta al cinema di slegare con respiro più rilassato i nodi delle preoccupazioni e dei sentimenti di Lorenzo e Pia, madre e padre dell'adolescente Angela e, soprattutto, del piccolo Salvatore.

Un bambino di 10 anni di nome Salvatore un giorno si innamora di Alice, una nuova compagna di classe arrivata sui banchi di scuola.

Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif, dirigerà la serie, ambientata in Sicilia, come protagonisti vedremo Claudio Gioè, noto per la fiction Il sistema, e Francesco Scianna, apparso in numerosi film nostrani (ad esempio Baaria, Vallanzasca e Latin lover). Quello che distingue questa famiglia è che nella loro vita non si può prescindere da Cosa Nostra. Nel 1979 infatti, vengono uccisi a pochi mesi si distanza dalla mafia l'investigatore di Polizia Boris Giuliano ed il giornalista Mario Francese.

Padre di famiglia e nello specifico papà di Salvatore, Lorenzo lavora all'ufficio anagrafe di Palermo. Troviamo poi Anna Foglietta nel ruolo di Pia, Fra' Giacinto, Nino Frassica nel ruolo di un sacerdote, Valeria D'Agostino nei panni di Patrizia e Francesco Scianna nei panni di Massimo.

Pia è la mamma di Salvatore, molto legata ai figli e al fratello Massimo. Mangiameli si richiama ai documenti degli archivi inglesi e americani, corregge quella che chiama una "narrazione cinematografica e popolare" e giudica insignificante un impegno della mafia in un'operazione militare di grandi dimensioni. Il capo della squadra mobile di Palermo è suo consigliere su ogni tema, dall'amore ai dubbi sulla mafia. Fofò si è fidanzato con Alice e non è morto.

A Palermo, però, tutti dicono che a causa delle donne si muore, Salvatore quindi si convince presto che se si fidanzerà con Alice morirà e lascia che Fofò, il suo miglior amico, si fidanzi con lei. Cosa accadrà ai Giammarresi? La tesi è stata definita da Mangiameli, che sugli eventi del 1943 ha pubblicato importanti studi e ricerche, una "banalizzazione".

Altre Notizie