Giovedi, 19 Settembre, 2019

Sequestrata e violentata in un palazzo occupato in via Tiburtina

Sequestrata e violentata in un palazzo occupato in via Tiburtina Sequestrata e violentata in un palazzo occupato in via Tiburtina
Evangelisti Maggiorino | 21 Novembre, 2016, 22:21

Stavolta la cronaca riguarda un fatto accaduto a Roma sabato scorso, in zona San Basilio, dove un uomo ha stuprato una giovane straniera.

L'uomo ha approfittando del fatto che la ragazza, da poco nella Capitale, fosse disorientata e non riuscisse a ritrovare la sua abitazione. E lì non ci ha messo molto a capire che quello non era il suo quartiere.

L'uomo che - spiegano gli investigatori - nel frattempo era sceso con lei, improvvisamente le ha serrato la bocca con una mano e l'ha trascinata dentro un edificio fatiscente, occupato da persone senza fissa dimora. Chiude la porta con un lucchetto, lega la ragazza, la imbavaglia e poi la violenta su un materasso buttato a terra. La vittima solo in seguito si è liberata dal bavaglio chiedendo aiuto. Le sue grida della turista hanno attirato l'attenzione di un passante che ha immediatamente telefonato alla Polizia. Gli uomini del commissariato San Basilio hanno aperto la porta e hanno trovato la donna ancora in preda al panico.

Secondo quanto riferito dalla vittima, il sequestro e la violenza sessuale sono avvenute in zona Tiburtina.

Altre Notizie