Domenica, 21 Luglio, 2019

Sara Di Pietrantonio, "fu omicidio premeditato". L'ex rischia ergastolo

Sara Di Pietrantonio, Sara Di Pietrantonio, "fu omicidio premeditato". L'ex rischia ergastolo
Evangelisti Maggiorino | 20 Novembre, 2016, 04:31

All'uomo la procura di Roma, nell'avviso firmato dal procuratore aggiunto Maria Monteleone e dal sostituto Maria Gabriella Fazi, contesta i reati di omicidio volontario premeditato, stalking, incendio e distruzione di cadavere, reati per i quali Paduano rischia l'ergastolo. Un atto che prelude alla richiesta di rinvio a giudizio, sul quale dovrà pronunciarsi il Giudice dell'udienza preliminare. Macchine e motorini, pur avendola vista non si sono fermati.

La sera dell'omicidio Paduano, che faceva la guardia giurata in una portineria poco distante dal luogo del delitto, si era appostato con l'auto sotto casa del nuovo ragazzo della 22enne. Sara inizialmente non si è accorta di nulla, ha mandato un messaggio alla madre comunicandole che di lì a poco sarebbe arrivata a casa. Quindi il giovane ha cosparso l'auto con l'alcol gettandolo anche contro la vittima. Pochi istanti dopo Paduano, alla guida dell'auto, la affiancava e speronava, costringendola a fermarsi. Forse per paura. Fatto sta che Paduano, dopo aver dato alle fiamme l'auto della ragazza, l'ha raggiunta, a circa 200 metri e le ha dato fuoco con un accendino. Delle continue chiamate da parte di Paduano, Sara aveva parlato con gli amici ma con tutta probabilità non lo riteneva pericoloso tanto che - anche poche ore prima dell'omicidio - si erano visti a casa per un chiarimento. "Non me l'aspettavo, non riesco a capire", ha detto Doglioni a La Nuova Venezia, subito dopo la seduta che si è conclusa con la condanna alla massima pena prevista dal codice e con l'arresto in aula della Busetto, condotta nuovamente nel carcere della Giudecca da cui era uscita alcuni mesi fa. Gli agenti della Squadra mobile di polizia hanno sentito i genitori della giovane, il ragazzo che frequentava, gli amici più stretti ed è emerso che Paduano la tormentava da tempo con telefonate continue e di recente l'aveva pedinata in almeno un'occasione.

Altre Notizie