Domenica, 23 Settembre, 2018

Bankitalia: Calabria, + 3,7% occupati nel primo semestre 2016

Bankitalia: Calabria, + 3,7% occupati nel primo semestre 2016 Bankitalia: Calabria, + 3,7% occupati nel primo semestre 2016
Esposti Saturniano | 17 Novembre, 2016, 13:42

Sembrano esserci lenti e timidi segnali di ripresa per l'economia calabrese che rimane però molto fragile.

La bilancia dei pagamenti turistica ha presentato nel mese di agosto 2016 un surplus di 1.941 milioni di euro, in forte crescita rispetto a quello registrato nello stesso mese dell'anno precedente (1.637 milioni). Il numero di passeggeri transitati presso lo scalo di Lamezia Terme nei primi nove mesi del 2016 è cresciuto dell'8,3 per cento rispetto al corrispondente periodo dell'anno precedente. A giugno i finanziamenti al settore privato non finanziario (imprese e famiglie consumatrici) hanno registrato una variazione sui dodici mesi dello 0,2 per cento (-0,5 per cento a dicembre 2015). Il tasso di occupazione per la popolazione tra 15 e 64 anni è risalito, portandosi al 39,2% (37,4 nel primo semestre del 20105).

Si è anche arrestato il calo dei prestiti bancari erogati alla clientela residente in regione in atto dal 2012. È quanto emerso dall'aggiornamento sull'economia della Calabria illustrato ieri nella sede della Banca d'Italia dal direttore della filiale calabrese Sergio Magarelli e dei componenti del nucleo di ricerca dell'Istituto Giuseppe Albanese e Antonio Covelli. Restano, invece, positivi i segnali per l'occupazione: nell'industria in senso stretto è cresciuto, ma è diminuita nel settore delle costruzioni dove pure il mercato immobiliare è in cospicua ripresa. In aumento anche l'export delle aziende calabresi, con le merci aumentate a prezzi correnti del 6,1%. "L'accumulazione di capitale è stata contenuta ma le previsioni per il 2017 sono più ottimistiche". "In testa alle occasioni di rilancio -ha detto - c'e' l'utilizzo dei fondi regionali che, e' stato affermato nel corso della conferenza stampa, "diventano fondamentali". A tale ultimo proposito il rapporto Bankitalia evidenzia addirittura un arretramento, poiché il valore dei bandi posti a gara nel primo semestre del 2016 è sceso del 2,1% rispetto al corrispondente periodo dell'anno precedente. La dinamica della liquidità detenuta dalle imprese presso il sistema bancario permane positiva. È continuato, invece, il graduale miglioramento della qualità del credito e il flusso dei nuovi crediti deteriorati si è ridotto, permanendo tuttavia su livelli più elevati rispetto al resto del paese, soprattutto per il comparto produttivo.

Altre Notizie