Lunedi, 17 Giugno, 2019

Gentiloni: Ue si rafforzi invece di preoccuparsi per Trump

Gentiloni: Ue si rafforzi invece di preoccuparsi per Trump Gentiloni: Ue si rafforzi invece di preoccuparsi per Trump
Acerboni Ferdinando | 17 Novembre, 2016, 06:53

"Magari, è un gran vantaggio per l'Italia".

Lo ha detto il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, parlando dell'elezione di Donald Trump nella trasmissione In mezz'ora su Rai 3.

I ministri degli esteri e della difesa europei hanno approvato nel Consiglio in formato 'jumbo' il piano per una maggiore integrazione della difesa Ue che prevede "la creazione di una struttura centrale di pianificazione che non è ancora uno Stato Maggiore europeo ma ne è la premessa", "un coordinamento delle attività di ricerca e sviluppo dell'industria militare" per la riduzione di spese e sovrapposizioni e "la messa in comune di assetti su questioni strategiche come l'intelligence, la copertura satellitare, l'uso dei droni ed i trasporti strategici". Quello di oggi, insomma, "è già un passo concreto; naturalmente non è il passo della misura necessaria che l'Italia avrebbe auspicato, ma segnalo che tutti i principali paesi Ue, Francia, Germania e Italia, spingono in questa direzione".

"L'America è l'America, non è quel presidente e con l'America di Trump continueremo a collaborare", ha spiegato Gentiloni, che però poi ha sottolineato: "Noi siamo alleati degli Usa, ma alleati non vuol dire allineati". Ma se l'Europa non reagisce e resta aggrovigliata, è difficile. Fonti diplomatiche europee definiscono la cena come "un'occasione per fare il punto in libertà sui possibili scenari".

Si tratta, secondo Gentiloni, di "un risultato importante, per il quale l'Italia ha lavorato in questi anni, anche con visite recenti del presidente della Repubblica, e che è un segnale, io credo, in questo momento in cui l'Europa ha bisogno anche di conferme della sua capacità di attrazione e di consolidamento". "Così non fa altro che gettare benzina su fuoco e screditare Italia e sue istituzioni" ha scritto su Twitter Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera, commentando la dichiarazione del ministro. "A parte gli scherzi - conclude - confido nelle nostre buone ragioni, più che nella diplomazia o meno". Dopo la Brexit, dopo l'elezione di Trump, il discorso di un'Europa più integrata, almeno una Schengen della difesa, è di grande attualità.

Altre Notizie