Mercoledì, 14 Novembre, 2018

Renzi a Palermo, M5S: "Pd azionista di maggioranza in governo del nulla"

Renzi a Palermo, M5S: Renzi a Palermo, M5S: "Pd azionista di maggioranza in governo del nulla"
Evangelisti Maggiorino | 17 Novembre, 2016, 05:35

I finanziamenti di 500 milioni di euro che sventola come una enorme concessione alla Sicilia sono somme già dei siciliani. E anche se c'era qualche indizio - quel pasticciaccio di Luigi Di Maio depotenziato in quel di Nettuno, a fine estate, e il mini-direttorio che a Roma doveva affiancare Virginia Raggi che in meno di tre mesi si autocancellava - pareva tutto sommato compiuto il passaggio da movimento liquido e "dal basso" (però con il tandem Grillo-Casaleggio dall'alto a governare) a movimento ancorato ai corpi intermedi. Hashtag: "#Total #LaCricca #quartierino".

L'accusa, riportata da la Stampa, è che l'account di Beatrice Di Maio abbia "un andamento assai ingegnerizzato", e che sia una "struttura" che "si mimetizza con l'attività spontanea (degli utenti "veri", ndr) come un albero in una foresta". "Se vero, da chi è controllata e in che modo è organizzata?", sono le domande dell'iniziativa che "punta ad ottenere chiarimenti dopo una denuncia alla Procura di Firenze del sottosegretario Luca Lotti e da un'inchiesta giornalistica sul ruolo opaco che sarebbe svolto da un account legato al M5s gestito da una cosiddetta "star della galassia social" che risponde al nome di Beatrice Di Maio". Non c'è traccia invece di informazioni false o diffamazione. Sveglia! E' una persona che scrive su twitter.

Scorrendo il profilo finito al centro delle polemiche si trovano immagini e vignette con messaggi ironici, fumetti satirici e post che rilanciano semplicemente video di musica. Seguono una serie di post pro M5s e contro il governo. Per cercare di fare luce su una vicenda che in queste ore sta facendo molto discutere, il Pd ha presentato due interrogazioni al governo, una al Senato l'altra alla Camera, per sapere se "fa capo al M5s una macchina del fango che ha il compito di diffondere notizie false e diffamatorie contro il governo e le istituzioni". "Pd, governo e istituzioni vittime di cyber propaganda, "fango", a "favore del M5s" è la denuncia in' una interrogazione urgente Pd al governo che ha come primo firmatario il capogruppo in commissione Affari costituzionali, Emanuele Fiano. No, non e' un film di fantapolitica, ma la politica inquinata messa in campo dalla Casaleggio associati ai danni dei tanti militanti onesti che hanno creduto nella buonafede di un movimento che si definiva spontaneo", commenta in una nota il componente della segreteria del Pd. "Il governo piuttosto che dedicarsi al cyber-onanismo pensi ai veri problemi del Paese: la disoccupazione, i problemi della sanità, il dissesto ambientale, la corruzione e la povertà" replicano secchi i capigruppo M5S Giulia Grillo e Luigi Gaetti.

Altre Notizie