Martedì, 16 Luglio, 2019

Gp Valencia, primo Lorenzo, secondo Marquez, terzo Iannone, Valentino fuori dal podio

Cacciopini Corbiniano | 17 Novembre, 2016, 04:58

Prima giornata di test: come è andata? "E spero che arrivi anche qualche novità".

"1° in 1'30" 930 (61 giri). Sul veloce circuito catalano, stavolta le gomme le azzeccano tutti. Per Lorenzo è la gara perfetta, proprio come piace a lui: partire bruciando tutti e darsi alla fuga.

MotoGP 2016: il vincitore del GP di Valencia 2016 è Lorenzo. Non sono riuscito a parlarci ma è stato bravo. Sorrisi dunque per Maio Meregalli, che rimane però concentrato su quelli che sono gli obiettivi di sviluppo.

"ROSSI: 2° in 1'30" 950 (47 giri). Questo perchè il gesto di Rossi è stato paragonato al calcio dato al corridore Marc Maquez, in occasione dell'ormai celebre gara di Sepang durante la scorsa stagione di Moto GP. Un pò attardato, ma in continuo progresso, Jorge Lorenzo.

4° tempo per Andrea Iannone, che chiude a +0.624, ottimo esordio anche per lui in sella alla Suzuki. Per me e' un podio importante, sono tornato una gara prima.

"MARQUEZ: 4° in 1'31" 102 (53 giri). Girandomi ho visto che era Rossi. Ecco le sue impressioni. Poi abbiamo diviso i lavori, provando prima i motori.

Nei test spagnoli, invece, il 99 è risultato completamente rosso ed entrambi i 9 avevano le corna, per un numero "demoniaco", diabolico, che dovrà ricordare a Jorge con quale grinta dovrà affrontare questa nuova sfida.

Dovizioso, poi, fa una considerazione sulle appendici aerodinamiche. Terzo il neo compagno di Rossi, Maverick Vinales (+0.284). Una generosità che ha pagato con un'altra caduta: anche questo fa parte del suo DNA. Per contratto, Iannone non può parlare più di tanto. È stato un grande binomio. Peccato solamente per la caduta alla 10: era calata la temperatura, in quel punto, una destra dopo tante sinistre, è facile perdere il controllo. Il nove volte iridato ha provato sia la moto 2016 con motore evoluto, sia la M1 2017, evidenziando che sul nuovo pacchetto (ciclistica e motore) ci sarà da lavorare. Ottavo Lorenzo, a 769 millesimi, davanti all'Aprilia di Aleix Espargaro e alla Yamaha Tech di Folger.

Altre Notizie