Sabato, 16 Novembre, 2019

Home Economia Pil. Istat, rimbalzo terzo trimestre, da zero a +0,3%

Home Economia Pil. Istat, rimbalzo terzo trimestre, da zero a +0,3% Home Economia Pil. Istat, rimbalzo terzo trimestre, da zero a +0,3%
Evangelisti Maggiorino | 16 Novembre, 2016, 08:33

Il dato diffuso oggi è corretto per gli effetti di calendario. In pratica, sono sole briciole, e il paese continua a essere fermo allo zero virgola.

Il dato arriva dall'Istat, che stima una variazione acquisita per l'anno in corso del + 0,8%.

IN LINEA CON LE STIME DEL GOVERNO. del prodotto interno lordo fosse nulla è di +0,8%.

In sintesi, nel terzo trimestre l'Italia a livello congiunturale è cresciuta più della Germania, che secondo i dati diffusi stamattina ha registrato +0,2% (il consensus era per +0,3%). Per il presidente del Consiglio è una grande vittoria alla vigilia del referendum costituzionale e non esita ad esultare su Facebook. Dal lato della domanda, vi è un contributo ampiamente positivo della componente nazionale (al lordo delle scorte), in parte compensato da un apporto negativo della componente estera netta.Nello stesso periodo il PIL è aumentato in termini congiunturali dello 0,7% negli Stati Uniti, dello 0,5% nel Regno Unito e dello 0,2% in Francia. Nel trimestre precedente su base trimestrale aveva segnato 0%.

"Con le riforme sale il Pil, senza riforme sale lo spread". "Avanti tutta, l'Italia ha diritto al futuro #passodopopasso", scrive il premier.

Bankitalia rende noto intanto che il debito pubblico italiano a settembre si è attestato a 2.212,6 miliardi, in diminuzione di 12,1 miliardi rispetto al mese precedente. "Ma occorre spingere per accelerare". Non a caso, anche Padoan rivendica che "l'economia è sulla strada giusta" e che le tanto contestate stime di crescita dell'esecutivo "sono affidabili".

Di opinione contraria è invece l'opposizione, rappresentato, in particolare, dalle parole di Renato Brunetta, il capogruppo alla Camera di Forza Italia: "Giù le mani dallo spread".

Altre Notizie