Venerdì, 06 Dicembre, 2019

Hillary: "Una sconfitta dolorosa ma Trump ora è il nostro presidente"

Hillary Clinton Hillary Clinton
Deangelis Cassiopea | 10 Novembre, 2016, 14:51

Accolta da un'ovazione al New Yorker Hotel di Manhattan, Clinton - visibilmente commossa - ha parlato ai suoi sostenitori. Oggi, dunque, in America non si può parlare di vittoria, ma solo di sconfitta; se rinascerà o meno dalle sue ceneri, sarà solo il tempo a dircelo. La nostra campagna ha riguardato la costruzione di un Paese migliore, dobbiamo accettare questo risultato e dobbiamo dare la possibilità a Trump di governare.

"Barack e Michelle Obama, il nostro paese vi deve tantissimo". Io per tutta la vita ho lottato per quello che credo, ho vinto e ho perso. E si rivolge anche alle bambine: "Realizzate il vostro potenziale e i vostri sogni".

CROOKED - Hillary Clinton è per Donald Trump 'Crooked Hillary', Hillary la corrotta.

La candidata democratica si è rivolta al presidente uscente e ai suoi famigliari.

Hillary ha ammesso che avrebbe voluto un altro risultato: "Ieri ho fatto le congratulazioni a Trump, mi sono offerta di lavorare con lui". Abbiamo bisogno di senso di inclusione, rispetto per la legge'. "Ma sono orgogliosa e grata per la meravigliosa campagna che abbiamo costruito insieme. Adesso dobbiamo tutti sperare nel suo successo nel riuscire a unire e condurre questo paese".

Una notizia, questa, che ha influenzato i mercati azionari mondiali e che avrà risvolti in un futuro non molto lontano.

Dalla Francia è arrivato il tweet trionfante di Marine Le Pen, leader del partito di estrema destra Front national, "Felicitazioni al nuovo presidente degli Stati Uniti Donald Trump e al popolo americano, libero", ha scritto. Un problema da risolvere per i progressisti di tutto il mondo.

Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire. Lo fa accompagnata dalla figlia e dal marito Bill. Lo hanno votato il 53% delle donne bianche, il 64% delle donne bianche protestanti, il 78% delle donne conservatrici, ma anche la maggioranza degli uomini bianchi, in particolare Trump ha letteralmente "doppiato" Clinton nella scelta degli uomini bianchi non laureati. Hillary Clinton lo chiama subito e gli concede la vittoria; questi ricambia congratulandosi a sua volta con lei e lanciando un appello accorato: "È ora di unirci".

Altre Notizie