Sabato, 20 Luglio, 2019

Referendum costituzionale, tariffe agevolate per i viaggi degli elettori

Referendum costituzionale, tariffe agevolate per i viaggi degli elettori Referendum costituzionale, tariffe agevolate per i viaggi degli elettori
Evangelisti Maggiorino | 10 Novembre, 2016, 07:44

In occasione del Referendum Costituzionale del 4 dicembre 2016, gli elettori affetti da gravi deficit visivi, e motori, potranno esercitare il diritto elettorale scegliendo un accompagnatore che li affianchi nella cabina elettorale.

Domenica 4 Dicembre 2016 dalle ore 07.00 alle ore 23.00.

Lo sconto previsto da Trenitalia per gli elettori residenti in Italia è del 60% del prezzo del biglietto sui convogli regionali e del 70% del prezzo base per i treni di media-lunga percorrenza nazionale (Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca, Intercity, IntercityNotte e Espressi) e per il servizio cuccette.

Il viaggio di andata può essere effettuato a partire dal 25 novembre, cioè dieci giorni prima del Referendum, mentre l'ultimo treno per tornare a casa può essere preso entro le 24 del 14 dicembre, cioè il decimo giorno successivo a quello della votazione (quest'ultimo escluso).

Qualora l'elettore ne sia sprovvisto, per il viaggio di andata il biglietto potrà essere utilizzato dietro sottoscrizione da parte dell'elettore di una dichiarazione sostitutiva, da presentare al personale di scalo.

Per usufruire di queste ingenti riduzioni bisognerà acquistare i biglietti esclusivamente nelle biglietterie Trenitalia o nelle Agenzie di Viaggio autorizzate, presentando la tessera elettorale e un documento di identità in corso di validità.

La società Nuovo Trasporto Viaggiatori S.p.A. (NTV) applicherà, nelle regioni in cui effettua servizio commerciale, una riduzione a favore degli elettori pari al 60% del prezzo del biglietto. In particolare, ai biglietti di tali elettori verrà applicata di norma una riduzione del 60% sulla "tariffa ordinaria".

Alitalia S.p.a, fra le società di navigazione aerea interpellate, si è resa disponibile ad offrire agevolazioni tariffarie per i viaggi con il mezzo aereo sui propri voli nazionali, ad eccezione di quelli a regime di continuità territoriale e dei voli in code share.

L'Associazione italiana società concessionarie autostrade e trafori (Aiscat) ha reso noto che le concessionarie autostradali aderiranno alla richiesta di gratuità del pedaggio, sia all'andata che al ritorno, per i soli elettori residenti all'estero.

Altre Notizie