Mercoledì, 08 Luglio, 2020

Sicilia, Luigi di Maio: "presto un governatore a 5 stelle"

Sicilia, Luigi di Maio: Sicilia, Luigi di Maio: "presto un governatore a 5 stelle"
Evangelisti Maggiorino | 07 Novembre, 2016, 21:51

Questo è l'ennesimo caso dove politica e associazioni a delinquere si mischiano casualmente e andando ogni volta a rafforzare l'idea che le associazioni di stampo mafioso siano sempre più radicate all'interno dello stato italiano. Quest'ultimo è il fratello di Gaetano Vassallo, noto alle cronache per aver permesso, con la sua collaborazione, all'autorità giudiziaria di far luce sul grande business dei rifiuti dei casalesi nella Terra dei Fuochi. Di Maio ha incontrato a pranzo Beppe Grillo, insieme a una trentina di attivisti del Movimento in una trattoria del capoluogo ligure. Tuttora sulla sua testa pendono diversi processi per inquinamento ambientale.

Il pentastellato di Pomigliano d'Arco si difende: "Sono stato a Cesa lo scorso 2 novembre per un incontro organizzato dagli attivisti del movimento sul no al referendum". A fine giornata i militanti del M5S del posto lo invitano a cena al ristorante " Zi Nicola" di Cesa, località limitrofa di Aversa. "Non conoscevo i proprietari - ha aggiunto - e come spesso accade mi hanno chiesto una foto". Uno dei titolari del locale, Salvatore Vassallo ha colto l'occasione per farsi ritrarre la foto con Luigi Di Maio, personaggio pubblico, che avrebbe potuto dare ulteriore visibilità al suo ristorante. Non sapeva chi fosse... Dopo la mattina nelle zone dell'alluvione, prima a Molassana e poi in via Fereggiano, c'è il pranzo nella trattoria a due passi di villa Imperiale a San Fruttuoso. Io lotto tutti i giorni contro chi ha avvelenato la nostra terra e non voglio minimamente che una foto possa intaccare anni di battaglie. Mentre il Premier si dedica anima e corpo ad attaccare il Movimento 5 Stelle e alla campagna per la distruzione della Costituzione' commenta Luigi Di Maio ' i cittadini italiani si ritrovano ad affrontare i problemi che la Costituzione disegnata da Renzi e Verdini non gli risolvera' mai. "Io la camorra la voglio distruggere e non ho nessun contatto con queste persone", conclude Il vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio.

Altre Notizie