Martedì, 23 Luglio, 2019

Elezioni Usa: Fbi assolve la Clinton sul dossier emailgate

Usa 2016 Fbi nessuna incriminazione per Hillary Clinton sulle nuove email   
                       
                
         Oggi alle 21:51 Usa 2016 Fbi nessuna incriminazione per Hillary Clinton sulle nuove email Oggi alle 21:51
Evangelisti Maggiorino | 07 Novembre, 2016, 12:01

Tutti i sondaggi di questo weekend che precede l'Election Day vedono la candidata democratica accelerare verso il traguardo e in vantaggio nello sprint finale.

"Valgono le stesse conclusioni del luglio scorso", ha affermato, quando l'Fbi bacchettò Clinton per la disinvolta e imprudente gestione del suo account privato di posta elettronica ma non riscontrò reati.

Clinton: gioia immensa. Una vera e propria ovazione a Clevaland, in Ohio, ha accolto Hillary Clinton, salita sul palco dopo la notizia della chiusura delle indagini.

Oggi con gli ultimi sondaggi, che già ancora prima della lieta novella dell'Fbi, avevano registrato una rimonta di Hillary, la candidata democratica si prepara a concludere la campagna con un maxi evento. Ma la vera bomba alla vigilia del voto e' la nuova lettera del numero uno dell'Fbi, James Comey, al Congresso.

E, in proposito, in questi giorni sono arrivati segnali contrastanti dalle minoranze: in North Carolina e Florida, due Stati ritenuti tra i possibili campi di battaglia in cui si deciderà l'elezione, le adesioni degli afroamericani al voto anticipato sono state più basse rispettivamente del 16% e del 10% rispetto al 2012, quando entrambi gli Stati vennero assegnati al vincente Barack Obama. Vincere uno di questi stati vuol dire acquisire una dote di grandi elettori che può rivelarsi determinante per raggiungere il 'magic number' dei 270 necessari per la conquista della presidenza. Alla notizia dell'assoluzione della Clinto, il candidato rivale alle elezioni, Donald Trump, avrebbe commentato parlando di un "sistama truccato" che protegge la Clinton. Dice così invece il 43% degli elettori di Trump, che in gran parte spiegano di votarlo perché vogliono opporsi a Clinton. E ci si interroga su chi del suo staff personale debba o non debba entrare nelle segrete stanze. Mentre dubbi ci sono sul ruolo della fedelissima Huma Abedin, che insieme all'ex marito è all'origine della bufera Fbi.

Altre Notizie