Sabato, 20 Luglio, 2019

Mattarella, omaggio al Milite Ignoto

4 novembre parà col tricolore atterra a piazza Venezia Mattarella, omaggio al Milite Ignoto
Evangelisti Maggiorino | 06 Novembre, 2016, 23:15

Quindi ha reso omaggio ai Caduti di tutte le guerre con la deposizione di una corona sulla Tomba del "Milite Ignoto", prima del sorvolo della Pattuglia acrobatica nazionale sull'Altare della Patria.

La cerimonia si conclude con l'omaggio da parte del capo dello Stato attraverso la deposizione della corona al Milite Igoto, a seguito del quale un paracadutista militare atterra al centro di Piazza Venezia con una bandiera tricolore di 250 metri quadrati e la Pattuglia Acrobatica Nazionale sorvola il celebre monumento romano disegnando il Tricolore sul cielo di Roma. Ultimo atto della cerimonia, la consegna delle onorificenze dell'Ordine Militare d'Italia allo Stendardo del primo Reggimento Aviazione Esercito 'Antares' e alla Bandiera di Guerra del primo reggimento Carabinieri 'Tuscania'. Davanti all'Altare della Patria sono schierati più di mille uomini e donne delle Forze armate e dei Corpi armati dello Stato.

Bandiera di Guerra del 1° Reggimento Carabinieri Paracadutisti "Tuscania" - Reggimento Carabinieri Paracadutisti, impiegato in numerose operazioni all'estero per il mantenimento della pace, in aree geografiche caratterizzate da elevata instabilità socio-politica e diffusa violenza, nel solco delle più fulgide e gloriose tradizioni militari dell'Arma, forniva così prova di altissima professionalità, grande coraggio e totale abnegazione consentendo, in particolare, in territorio iracheno, di garantire importanti interessi nazionali e di mettere in salvo in più occasioni molte persone - civili, diplomatici e appartenenti alle forze di sicurezza alleate - esposte a incombenti e gravi pericoli.

Il messaggio del Quirinale. Donne e uomini in uniforme che oggi, in un contesto che se pur lontano dalle guerre di annientamento del secolo scorso, servono il Paese con gli stessi valori di lealtà, impegno e umanità, propri alla nostra storia.

Il terribile terremoto che ha devastato intere comunità del Centro Italia, ha messo in luce, ancora una volta, il pronto e fondamentale contributo delle Forze Armate, in concorso e con il coordinamento della Protezione Civile, nell'assistenza della cittadinanza duramente colpita.

"Con pari generosità ed altruismo i nostri militari continuano a salvare vite nel Mediterraneo in una crisi che ha assunto dimensioni epocali, meritando la riconoscenza generale". Fulgido esempio di reggimento di eccellenza, costituito da personale sorretto da preclare doti umane nonchè da elevatissime capacità tecnico-professionali, dava lustro alla Forza Armata e all'Italia in ambito internazionale.

Altre Notizie