Giovedi, 22 Ottobre, 2020

Pensione anticipata 2017: tutti i possibili anticipi previdenziali

Esposti Saturniano | 06 Novembre, 2016, 16:13

Se si chiederà l'85% della pensione netta maturata al momento dell'uscita con l'Ape volontaria la rata media sulla pensione al momento del pensionamento sarà in media del 4,7% per ogni anno di anticipo. Dopo le opportune verifiche il prestito viene erogato in rate mensili fino all'età di vecchiaia. Se il pensionato muore il debito residuo viene pagato dall'assicurazione e se qualcuno ha il diritto alla reversibilità l'assegno verrà corrisposto senza decurtazioni (il prestito non prevede garanzie reali). Ma le perplessità sulla nuove misura sono anche altre. Le banche e le assicurazioni non sono coinvolte nel meccanismo. Pensioni, la rata per l'Ape volontaria potrà variare tra il 2% e il 5,5% per ogni anno di anticipo a seconda della percentuale dell'assegno chiesta. Sulla quota degli interessi e del premio è prevista una detrazione fiscale del 50%.

Pensioni e riforme. Il provvedimento previsto per le pensioni nella Legge di Bilancio 2017 che fa più discutere è quello dell'Ape agevolata, che consentirà di andare in pensione ad alcune categorie di lavoratori con l'onere a carico dello Stato. Nel secondo caso invece Martina, a fronte di una pensione certificata di 1.286 euro e un anticipo richiesto dell'85% a 1.093 euro, prenderebbe dopo tre anni 1.078 euro con un "costo" del 4,7% per anno d'anticipo. Nel documento si legge anche che si è scelto di non varare Quota 41 per tutti perché l'intervento è "ispirato a principi di equità e sostenibilità: non si torna indietro rispetto al legame previdenza-demografia, ma si aiuta chi è in condizione di bisogno".

Qui il dubbio più importante riguarda l'individuazione di quelle che vengono definite mansioni faticose: sono quelle usuranti, quelle svolte dai lavoratori notturni, dai conducenti di veicoli pubblici con più di 8 posti, dagli operai dell' industria estrattiva, dell'edilizia e della manutenzione degli immobili, i conduttori di gru e altri macchinari per la perforazione di costruzioni, i conciatori di pellicce e pelle, i conduttori di convogli ferroviari e il personale viaggiante, i conduttori di camion e mezzi pesanti, infermieri e ostetriche che lavorano in turni all'ospedale, gli addetti all'assistenza di persone non autosufficienti, i professori di scuola pre-primaria, i facchini e gli addetti allo spostamento merci, il personale non qualificato addetto alla pulizia, gli operatori ecologici.

Altre Notizie