Mercoledì, 23 Ottobre, 2019

Napoli, De Laurentiis: Non vado a Torino per solidarietà coi tifosi

DELAURENTIIS Napoli, De Laurentiis: Non vado a Torino per solidarietà coi tifosi
Cacciopini Corbiniano | 06 Novembre, 2016, 06:10

Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis torna a parlare a margine dell'inaugurazione del Luneur. Il patron azzurro, intervistato dai microfoni di 'Radio Marte', si dice fiducioso per il prosieguo della stagione: il Napoli riuscirà a dire la sua, sia allo Juventus Stadium, che nell'intero arco della stagione. "Anche se abbiamo perso un grande attaccante come Milik, comunque abbiamo 27 grandi calciatori, di cui ancora ne dobbiamo sperimentare un paio". Io dico a Sarri: "Tu non ti devi preoccupare, devi giocare sereno, per il piacere di giocare, di far divertire il tuo pubblico, ma soprattutto per il piacere di divertirti e di far divertire i tuoi giocatori, perche' cosi' si cresce e cosi' vedrai le potenzialita' di una squadra che e' estremamente cresciuta come quantita' di giovani, che sono gli attori/calciatori che noi potremo avere per i prossimi anni'". De Laurentiis non andrà a Torino: "Sono solidale con i tifosi che non sono stati ammessi e rispetto le decisioni delle autorità". Quindi c'è ricchezza". "La gente - aggiunge il presidente - vive come se, invece che le prime dieci partite, fossero quelle della fine del campionato, invece noi siamo lì a guardare e a godere. Con le restrizioni non si è mai ottenuto nulla, c'è un continuo rinvio della soluzione dei problemi: "un sistema all'italiana". Manolo ha la nostra massima fiducia e stima.

"Ho grande fiducia in Gabbiadini, sennò lo avrei venduto anche perché ci hanno offerto cifre molto importanti". Abbiamo deciso di non multarlo perché è sempre stato una persona rispettosa. L'altro giorno la partita si è incattivita, è vero, bisogna restare sul posto ma tutti possiamo reagire ad una provocazione, ad una maleducazione subita. "Siamo diverse squadre ad essere veramente forti, quindi vinca il migliore".

Altre Notizie