Martedì, 16 Luglio, 2019

Beppe Grillo in città per spingere il No al referendum

Beppe Grillo in città per spingere il No al referendum Beppe Grillo in città per spingere il No al referendum
Evangelisti Maggiorino | 06 Novembre, 2016, 05:24

"Hanno fallito tutti, io ci voglio riuscire, voglio un'Italia più moderna, che sappia farsi rispettare in Europa, perché se Bruxelles non accetterà il piano di suddivisione dei migranti, bocceremo il bilancio Ue". "Saremo nei vagoni, nelle stazioni - annuncia il comico genovese - nelle piazze, nei bar per incontrare i cittadini".

Beppe Grillo lancia il Treno Tour #IoDicoNo. "Ognuno di noi è responsabile del futuro del nostro Paese". "Non possiamo fermarci, non posso fermarmi- prosegue-". Renzi non ha risparmiato attacchi a Grillo e Berlusconi: "ho chiesto a Grillo se voleva un confronto in tv e ha detto di no: sennò gli toccava leggerla la Costituzione modificata". E quelli che negano e drammatizzano più degli altri sono i 5 Stelle.

Arrivo nella Capitale il 26 novembre, con l'evento "Cammino per la Costituzione" che si concluderà davanti alla Bocca della Verità. Ci alterneremo con i portavoce e gli attivisti, ci daremo il cambio perché il viaggio è lungo e avremo bisogno anche di un pò di riposo lungo la via.

Sul blog del leader dei pentastellati appaiono alcuni appuntamenti in terra toscana che sono simbolicamente tutti legati allo sviluppo del Movimento, cosi' come alle battaglie di opposizione al governo Renzi. "Proveranno a farci scomparire da media di regime ma M5S c'è", dice Grillo.

"Dormiremo in ostelli, b&b, alberghi o in casa dei semplici cittadini che ci accoglieranno - incalza Grillo - Il MoVimento 5 Stelle ha rifiutato 42 milioni di euro di finanziamenti pubblici e i nostri portavoce si dimezzano lo stipendio quindi avremo bisogno anche di un po' di rimborsi elettorali come qualche panino o qualche bottiglia d'acqua durante il viaggio e per questo conto su di voi, sulla nostra comunità". Da giorni ormai si susseguono voci sul possibile rinvio del referendum e oggi il ministro Alfano ha detto 'sono convinto che sarebbe un gesto da prendere in altissima considerazione'. Conclusione delle tappe il 2 dicembre a Torino con un comizio in Piazza San Carlo.

Altre Notizie