Lunedi, 22 Luglio, 2019

Palermo, rapina in banca con il taser, due arresti

Palermo, rapina in banca con il taser, due arresti Palermo, rapina in banca con il taser, due arresti
Esposti Saturniano | 29 Ottobre, 2016, 19:51

Gli arresti sono arrivati dopo le indagini operate in sinergia tra i poliziotti del Commissariato "Bagheria" e quelli della Sezione Antirapina della Squadra Mobile di Palermo.

Contemporaneamente gli agenti sono andati a casa di Scalici per trarlo in arresto.

I due sono finiti in manette poche ore dopo il "colpo" alla Banca Monte dei Paschi di Siena di Ficarazzi, avvenuto giovedì alle 12.30.

Come si apprende da Ansa.it, uno dei rapinatori si era presentato in banca a volto scoperto, minacciando gli impiegati con un taser, la pistola elettrica che stordisce. Evidentemente non appagato della somma rapinata, il malvivente si era diretto dal direttore della filiale e puntandogli contro l'arma, l'aveva condotto presso le casse, facendosi consegnare altri 1000 euro in contanti.

Dopo aver trascinato il direttore fuori dall'istituto di credito, il rapinatore si è dato alla fuga a piedi in direzione di via Roma, dove ad attenderlo c'era un'auto guidata da un complice.

Dalla targa i poliziotti sono risaliti all'abitazione.

Poco dopo, i poliziotti hanno notato l'autovettura segnalata transitare in c.so dei Mille; prontamente hanno deciso di intervenire e bloccare il conducente della 'Panda. La perquisizione personale a cui è stato sottoposto ha permesso di rinvenire in una tasca del pantalone la somma di 590,00 euro, sulla cui provenienza non ha saputo fornire spiegazioni, mentre all'interno del veicolo sono stati rinvenuti: un parrucchino di colore nero, un berretto con visiera un giubbetto ed una borsa tracolla da uomo. Contestualmente, gli uomini della squadra mobile si sono recati presso l'abitazione di un altro pluripregiudicato della zona, Francesco Scalici: gli agenti, durante la perquisizione, hanno rivenuto all'interno della tasca del pantalone la somma di 275 euro.

La polizia ha iniziato le indagini dalla descrizione dei lineamenti dell'uomo entrato in banca e con l'uso delle telecamere urbane sono riusciti a risalire alla vettura utilizzata.

I due arrestati si trovano nel carcere del 'Pagliarelli' a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

Sono al vaglio degli investigatori le posizioni degli arrestati anche in ordine ad altri recenti episodi di rapine effettuate con modalità analoghe.

Altre Notizie