Mercoledì, 20 Novembre, 2019

Sousa, dobbiamo trovare continuità

Sousa, dobbiamo trovare continuità Sousa, dobbiamo trovare continuità
Cacciopini Corbiniano | 29 Ottobre, 2016, 17:35

Sui problemi di classifica:: "Il non essere continui a livello di risultati ci porta dei problemi in classifica". Penso che dobbiamo crescere da un punto di vista mentale, soprattutto nell'impatto iniziale con le partite. Questo il titolo de La Nazione oggi in edicola sulla probabile formazione che Paulo Sousa manderà in campo oggi a Bologna. "Se si fosse vinto questo problema non ci sarebbe stato" conclude Sousa.

Sicuramente in tutto questo è mancato l'apporto di alcuni big della squadra:"Non si deve mettere il calciatore singolo in evidenza, anche io come leader devo saper motivare i miei calciatori".

Comunque, non cerchiamo alibi: quella di mercoledì è stata una partita anomala per vari motivi, che ci è costata molto sul piano nervoso, adesso ci aspetta un Bologna che sa il fatto suo, compatto in difesa e pericoloso sulle ripartenze. "Abbiamo una base che voglio mantenere". Il tecnico portoghese sta pensando di riconfermare il modulo di Cagliari, ma, come sempre, non sono escluse sorprese. "Segnare subito porta vantaggi, la continuità di risultati potrebbe aiutarci in questo senso".

Io sono una persona ottimista, lo scorso anno sognavo molto ma mi hanno spinto verso la realtà. Lo stesso tecnico, ammette che l'anno scorso era più un sognatore, mentre quest'anno guarda in faccia la realtà e vola basso.

SOUSA: "BOLOGNA AVVERSARIO TEMIBILE, FORTE TECNICAMENTE" - Il tecnico si è soffermato sui prossimi avversari, evidenziandone le caratteristiche principali: "Il Bologna è una squadra organizzata, molto aggressiva, che fa male agli avversari in contropiede, con giocatori tecnicamente ottimi". Dovremo essere bravi nella ricerca degli spazi liberi e nella nostra verticalizzazione. Noi abbiamo cercato di portarlo al massimo.

I cambi rispetto alla partita di mercoledì dovrebbero essere un paio, sicuro il rientro tra i titolari di B. Valero e Kalinic. Baba nell'ultima gara ha fatto 45 minuti e già dal ritiro austriaco abbiamo provato le due punte: lui sta crescendo e ha bisogno di continuità, per avere le giuste motivazioni.

Altre Notizie