Martedì, 15 Ottobre, 2019

Antartide: approvata la più vasta area marina protetta al mondo

L'ACCORDO      Creata in Antartide la riserva marina più grande del mondo 
      28 Ottobre 2016 L'ACCORDO Creata in Antartide la riserva marina più grande del mondo 28 Ottobre 2016
Evangelisti Maggiorino | 29 Ottobre, 2016, 08:22

Raggiunto uno storico accordo tra 24 Paesi, più l'Ue, che definisce 1,55 milioni di chilometri quadrati del Mare di Ross, nella regione antartica, area marina protetta per i prossimi 35 anni. Anche Walker ha definito il limite di 35 anni non sufficiente ma ha anche aggiunto: "Siamo sicuri che i benefici significativi e le prove scientifiche della protezione dell'ambiente marino su larga scala saranno chiari alla comunità internazionale".

Per anni Greenpeace, l'Antarctic Ocean Alliance e milioni di persone nel mondo hanno chiesto ai governi di fare la cosa giusta, pensando che prima o poi questa richiesta sarebbe stata finalmente accolta. La protezione non ridurrà la quantità totale di pescato permesso nel Mare di Ross, ma terrà lontani i pescherecci dagli habitat cruciali vicino al continente stesso. I numeri della tutela sono veramente impressionanti: 1,117,000 km2 di riserva marina completamente protetto; una zona di ricerca 110.000 km2 speciale che consente la pesca di ricerca limitata per il krill e una specie particolare, il merluzzo dell'Antartico (toothfish), 322.000 km2 di zona di ricerca del krill che consente la pesca a soli fini di ricerca controllata per il krill.

L'Italia vanta una lunga tradizione di ricerca e di collaborazioni sul piano scientifico e logistico con altri Paesi membri del CCAMLR nella Regione del Mare di Ross nell'ambito del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide (PNRA). L'accordo raggiunto oggi rappresenta un punto di svolta per la protezione dell'Antartide e dell'Oceano Meridionale. "E' importante non solo per l'incredibile diversità di vita che sarà protetta, ma anche per il contributo alla capacità di ripresa degli oceani del globo davanti al cambiamento climatico". Conosciuto anche come 'l'ultimo oceano', il Mare di Ross e' considerato come l'ultimo ecosistema marino intatto del pianeta, non ancora messo a rischio da inquinamento, eccesso di pesca o specie invasive. Ospita circa un terzo dei pinguini di Adelia e il 26% dei pinguini imperatori del pianeta, oltre a grandi popolazioni di uccelli marini, balene e foche. La decisione sembra essere giunta nella giornata di ieri dopo che la Russia ha ritirato le sue obiezioni dopo due settimane di negoziati in una riunione della Commissione per la Conservazione delle Risorse Marine Viventi dell'Antartide ad Hobart in Australia. Il WWF teme che l'accordo del Mare di Ross non soddisfi questo standard.

Altre Notizie