Mercoledì, 17 Luglio, 2019

Turismo: verso la "Carta di Paestum"

Turismo: verso la Turismo: verso la "Carta di Paestum"
Esposti Saturniano | 28 Ottobre, 2016, 20:29

"La consapevolezza che la cultura porta al turismo un valore aggiunto che ha ancora margini enormi di rivalutazione ci ha portato a gettare oggi le basi per la predisposizione una Carta di Paestum promossa dalla Conferenza delle Regioni".

L'evento è promosso dalla Regione Campania in collaborazione con la città di Capaccio-Paestum, la Provincia di Salerno, il Parco Archeologico di Paestum e la Scabec spa, ideata e organizzata dalla Leader srl con la direzione di Ugo Picarelli.

Intervenuto durante la conferenza di apertura l'Assessore allo Sviluppo e Promozione del Turismo della Regione Campania Corrado Matera che ha evidenziato l'importanza della BMTA quale evento di promozione e rilancio di uno dei segmenti più importanti del turismo campano come l'archeologia. "Abbiamo confermato il nostro interesse per il prodotto di turismo culturale, bisogna partire da Matera per portare nelle fiere internazionali i pacchetti culturali di tutta la Basilicata attraverso la valorizzazione dei percorsi archeologici, di narrazione dei luoghi e delle poesie che li hanno resi celebri ed universali fino ai percorsi di cineturismo -ha spiegato".

Il programma prevede piu' di 60 appuntamenti e diverse sezioni speciali: ArcheoIncontri per conferenze stampa e presentazioni di progetti culturali e di sviluppo territoriale; ArcheoLavoro orientamento post diploma e post laurea con presentazione dell'offerta formativa a cura delle Universita' presenti nel Salone; ArcheoStartUp in cui si presentano nuove imprese culturali e progetti innovativi nelle attivita' archeologiche; ArcheoTeatro che prevede spettacoli e workshop di orientamento e formazione teatrale; Incontri con i protagonisti nei quali il grande pubblico interviene con importanti archeologi e noti divulgatori della Tv.

È stata inaugurata dal sottosegretario al Turismo Dorina Bianchi la 19ª edizione della Bmta, la Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum.

L'aumento dei visitatori in un anno e la sinergia con i privati (Il Museo di Paestum ha ricevuto 80mila euro da donatori e sponsor, mentre quello di Napoli presenta un calendario a dicembre in collaborazione con Calcio Napoli) sono i fattori che legano il lavoro dei quattro musei autonomi del sud, oltre alla necessità di fare programmazione (e il Museo di Paestum ha dato la prima risposta proprio con il calendario degli eventi) e alla possibilità di rinforzare il legame con i cittadini. "Spesso ci dimentichiamo di avere un patrimonio davvero unico al mondo, estrema ricchezza in Campania: noi come Parco stiamo lavorando per cercare di adeguare il livello della gestione e della comunicazione al livello del bene culturale che è altissimo".

Altre Notizie