Giovedi, 18 Luglio, 2019

Siria, ribelli bombardano Aleppo: colpita una scuola, bambini uccisi

Alcuni ribelli nel nord di Aleppo Alcuni ribelli nel nord di Aleppo
Evangelisti Maggiorino | 28 Ottobre, 2016, 20:05

I ribelli siriani hanno lanciato diversi colpi d'artiglieria contro la base aerea Nairab di Aleppo venerdì 28 ottobre 2016.

Fazioni armate di ribelli hanno lanciato razzi Grad contro la base militare di al-Nayrab ad Aleppo, in un attacco che secondo alcuni osservatori potrebbe precedere l'avvio di una nuova offensiva per rompere l'assedio delle forze del regime ai quartieri orientali della città. "Oggi cominceremo la battaglia", ha dichiarato Malahfiji.

Alla domanda se preveda un ulteriore escalation della violenza ad Aleppo, padre Alsabagh spiega che la definizione di terza guerra mondiale a pezzi di papa Francesco per la popolazione di Aleppo è già una realtà: "E' veramente quello che noi viviamo, è già in atto, la vediamo tutti i giorni nelle truppe di terra, nei camion bomba che ci passano davanti, con i missili che ci bersagliano di continuo".

Mosca è scesa in campo al fianco del presidente siriano Bashar al-Assad, sostenuto anche dalla milizia sciita libanese Hezbollah e da altre milizie sciite supportate dall'Iran, oltre un anno fa.

La città di Aleppo, divisa in due tra quartieri occidentali sotto il controllo governativo e quartieri orientali in mano ai gruppi ribelli, è considerata di rilevanza strategica per gli esiti del conflitto civile.

Da nove giorni nessun raid russo o siriano su Aleppo, ma i terroristi continuano a colpire la città e impediscono l'uscita dei civili dai corridoi umanitari.

Altre Notizie