Lunedi, 22 Luglio, 2019

Venezuela, il Parlamento approva inchiesta contro Nicolas Maduro

Venezuela governo minaccia sequestro di aziende che sciopereranno Venezuela, il Parlamento approva inchiesta contro Nicolas Maduro
Evangelisti Maggiorino | 28 Ottobre, 2016, 18:10

Il parlamento venezuelano controllato dall'opposizione ha votato per mettere sotto processo il presidente Nicolas Maduro, alzando ulteriormente il livello già altissimo dello scontro al vertice del paese eroso da una violenta crisi economica e politica. Inoltre, proprio nella giornata di ieri, prima che ci fosse un'escalation di tensione tra governo e opposizione, il nunzio apostolico in Argentina, aveva annunciato per il prossimo 30 ottobre - nell'Isla Margherita - l'apertura di un tavolo di discussione con i delegati delle due parti, chiamati a cercarte una soluzione per il Venezuela. I partiti di opposizione al governo hanno redatto un documento in cui dicono che quello di Maduro sia un colpo di stato e chiedono alla comunità internazionale di aiutarli a garantire i diritti dei cittadini venezuelani. "Quale dialogo? In Venezuela non è stato avviato alcun dialogo. Una riunione a Margherita non è stata mai programmata se non in televisione", ha precisato Capriles.

D'altra parte, cinque manifestanti sono stati ricoverati con ferite di arma da fuoco a Maracaibo, capitale dello stato di Zulia (ovest), dopo che un gruppo di militanti chavisti ha cominciato a sparare contro un corteo antigovernativo. Bergoglio ha ricevuto, in forma privata, il presidente della Repubblica Bolivariana di Venezuela.

Ma all'indomani dell'appello al dialogo lanciato dal Vaticano, e caduto nel vuoto, è sempre più drammatica la situazione politica nel paese latino-americano, in piena crisi economica a causa della caduta dei prezzi del petrolio, prima risorsa del paese. "Egli ha invitato poi a intraprendere con coraggio la via del dialogo sincero e costruttivo, per alleviare le sofferenze della gente, dei poveri in primo luogo, e promuovere un clima di rinnovata coesione sociale, che permetta di guardare con speranza al futuro della Nazione".

Mercoledì, le proteste contro il governo hanno provocato la morte di un poliziotto e diversi feriti.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico.

Altre Notizie