Mercoledì, 24 Luglio, 2019

Lazio, Zingaretti: con Trenitalia miglioriamo il trasporto

Trasporti Lazio Valeriani: “Rivoluzionato il servizio ferroviario” Lazio, Zingaretti: con Trenitalia miglioriamo il trasporto
Esposti Saturniano | 28 Ottobre, 2016, 17:20

L'accordo, valido fino al 2020, prevede un ammontare del corrispettivo da versare a Trenitalia di circa 225 milioni di euro l'anno con un aumento significativo dell'offerta, dei servizi forniti ai pendolari del Lazio e delle garanzie per i viaggiatori di tutte e otto le linee regionali e del Leonardo Express per l'aeroporto intercontinentale "Leonardo da Vinci" a Fiumicino.

"Funziona la cura del ferro: per la prima volta i treni del Lazio più puntuali di quelli della Lombardia e oggi con il Contratto di servizio per la gestione del trasporto pubblico sulle ferrovie tra Regione e Trenitalia, il Lazio ha una marcia in più".

Le principali innovazioni inserite nel Contratto riguardano oltre 500 milioni di euro per 20 treni Jazz, 114 vetture Vivalto, 46 TAF revampizzati e nuove tecnologie. "Non era scontato che fosse così e per questo vanno ringraziati il Presidente Zingaretti e tutta l'amministrazione regionale, a partire dall'assessore Civita che, come sempre, con il suo staff ha svolto un lavoro incessante con competenza e impegno costante". Un'operazione che abbasserà l'età media del parco rotabile da 17,5 a 13 anni e che porterà al rinnovamento della flotta all'87% delle vetture circolanti.

"Non vogliamo lasciare soli i pendolari - ha detto il governatore Zingaretti - con il contratto di servizio da qui al 2020 cambierà tutto". I 539,2 milioni di euro di investimenti per l'acquisto del nuovo materiale rotabile, per il revamping dei treni Taf e delle nuove tecnologie sono ripartiti in 444,2 mln di euro che verranno finanziati da Trenitalia e 95 mln di euro dalla Regione Lazio. Rispetto agli interventi messi in campo in questi ultimi anni, in collaborazione con Trenitalia, è stato registrato un miglioramento del comfort di viaggio, percepito chiaramente dalla clientela che, nell'ultima rilevazione della customer satisfaction, si è ritenuta soddisfatta complessivamente nel 68% dei casi contro il 63% del 2014.

"Senza dimenticare - aggiunge Petrassi - gli altri aspetti del contratto relativi al maggior impegno sulla puntualità e sulla pulizia, al monitoraggio dei treni negli orari di punta e soprattutto alla maggiore attenzione alle esigenze dei diversamente abili".

Altre Notizie