Domenica, 20 Ottobre, 2019

Domani sciopero dei 30mila lavoratori del legno

Domani sciopero dei 30mila lavoratori del legno Domani sciopero dei 30mila lavoratori del legno
Esposti Saturniano | 28 Ottobre, 2016, 17:04

Ciò vuol dire che, qualora il tasso di inflazione fosse inferiore a quello previsto dagli indicatori, i lavoratori si vedrebbero decurtare una somma dalla tranche di aumento programmata per l'anno successivo.

Ad esempio: la richiesta di diminuire le percentuale massima di lavoratori con contratto a tempo determinato, somministrato, ecc, e quella di riconferma degli apprendisti, portare a 30 giorni il preavviso per la richiesta di fruizione per i tre giorni della legge 104, diminuire il preavviso di 10 giorni per le variazione di orario dei lavoratori part time.

Le Organizzazioni sindacali hanno richiesto di tenere in considerazione le esigenze dei lavoratori, perché solo in un ambiente di lavoro sereno e rispettoso delle persone si possono raggiungere buoni livelli di produttività.

Ma questo rinnovo contrattuale, concludono i segretari, "deve essere anche una spinta per la ripresa di un settore che ha perso oltre 5.000 posti di lavoro, indotto escluso, a causa della crisi, e che per invertire la rotta deve investire in qualità del lavoro e innovazione, puntando su prodotti ad alto valore aggiunto e fasce di mercato più elevate".

Sul piano del salario la richiesta è di aumenti salariali dignitosi nella media dei contratti nazionali rinnovati in categoria (Laterizi euro 70, Cemento euro 90, Lapidei euro 103).

Presido domani a Torino davanti alla sede dell'Eni, dalle 9 alle 11, nell'ambito dello sciopero di 8 ore dei lavoratori di energia e petrolio.

Altre Notizie