Mercoledì, 23 Ottobre, 2019

Petrolio in recupero: Brent a $ 50,58 (+1,18%)

Prezzo Petrolio oggi 28 Ottobre greggio sotto i 50 Petrolio in recupero: Brent a $ 50,58 (+1,18%)
Evangelisti Maggiorino | 28 Ottobre, 2016, 07:26

Il future sul WTI con scadenza dicembre ha chiuso al NYMEX in rialzo dell'1,1% a 49,72 dollari al barile.

Riad, 23 ott 18:22 - (Agenzia Nova) - Russia e Arabia Saudita hanno raggiunto un accordo sulla cooperazione tecnologica in una serie di progetti energetici aprendo la strada ad un nuovo stadio della collaborazione nel settore. L'accordo prevede infatti l'imposizione di un tetto alla produzione di greggio e ha lo scopo di riequilibrare la domanda e l'offerta mondiali di petrolio.

Il mercato ritorna ad essere scettico su un'implementazione dell'accordo Opec.

Nel frattempo, negli Stati Uniti, le scorte di greggio sono in calo ormai dal mese di maggio e anche il US Department of Energy (DOE) ha segnalato una riduzione forte e inaspettata.

Petrolio incerto in questi giorni.

Secondo quanto riportato da Reuters, i sauditi ed i loro "alleati" OPEC si sono detti disposti a tagliare la produzione del 4% rispetto ai picchi massimi, con il segretario generale Mohammed Barkindo che invita le nazioni coinvolte a mostrare la massima flessibilità nell'attuare le necessarie misure al fine di concordare i tagli all'output. Gli investitori si interrogano sulle conseguenze della richiesta dell'Iraq, impegnata nella guerra contro l'Isis nel nord del paese, di una esenzione agli accordi siglati di recente all'Opec per limitare la produzione. Come reagirà il prezzo del petrolio di fronte a così tanti elementi di incertezza e fin dove potrà arrivare la quotazione?

La Russia ritiene poco probabile che la posizione dell'Iraq possa far saltare l'accordo sul congelamento della produzione petrolifera tra i Paesi dell'Opec e pur stando fuori dal cartello, fa chiaramente il tifo per il raggiungimento dell'intesa, il prossimo 30 novembre. Alle stelle, secondo alcuni, e nel baratro, secondo altri.

Altre Notizie