Lunedi, 14 Ottobre, 2019

Migranti: supersiti, 51 dispersi in mare

Evangelisti Maggiorino | 27 Ottobre, 2016, 22:08

Immagine di repertorio Almeno 90 migranti sono morti nel naufragio del barcone sul quale viaggiavano al largo delle coste libiche.

Dalle ricostruzioni sul barcone erano presenti circa 126 migranti.

A bordo c'erano 126 persone afferma stamani il portavoce ufficiale della Marina Libica che ricostruisce la vicenda dalle testimonianze dei sopravvissuti; erano partiti sul gommone mercoledì mattina.

Un'altra tragedia della disperazione dopo che, nella sola giornata di mercoledì, erano stati recuperati ventinove cadaveri di migranti nel Canale di Sicilia, a bordo di alcuni gommoni diretti verso l'Italia. Nella zona, con il coordinamento della Guardia Costiera, hanno operato una nave militare irlandese e navi di organizzazioni non governative. Il naufragio si è verificato ieri davanti a Tajoura a est di Tripoli.

Non solo. Stamane è approdata nel porto di Reggio Calabria la nave Bourbon Argos di Msf con a bordo i cadaveri di 12 migranti recuperati nei giorni scorsi da un gommone alla deriva a 26 miglia dalle coste della Libia.

"È una tragedia - aggiunge Argenziano - ma purtroppo non si può dire che sia stato un giorno eccezionale nel Mediterraneo". Lo scorso anno i morti furono 3.771.

"Nel corso di quest'anno - dice ancora il rappresentante di Medici senza frontiere - 327.800 persone sono arrivate in Europa via mare e 3.740 hanno perso la vita durante la traversata, secondo i dati dell'Unhcr".

Ancora morti in mare.

Altre Notizie