Lunedi, 17 Giugno, 2019

Crisi economica, Visco: "Prosegue la ripresa, ma è stentata"

Crisi economica, Visco: Crisi economica, Visco: "Prosegue la ripresa, ma è stentata"
Esposti Saturniano | 27 Ottobre, 2016, 22:09

Intervengono: Pier Carlo Padoan, ministro dell'Economia e delle Finanze; Ignazio Visco, governatore della Banca d'Italia; Giuseppe Guzzetti, presidente dell'Acri; Antonio Patuelli, presidente dell'Abi.

(Teleborsa) - In Italia la ripresa economica non si è interrotta ma rimane stentata. "Dopo la battuta d'arresto del secondo trimestre, l'attività dovrebbe essere tornata a crescere lievemente nel terzo, come suggerito dai dati recenti sulla produzione industriale e dai sondaggi presso le imprese". Gli investimenti restano, anche e soprattutto da noi, il principale punto di debolezza.

Le riforme già attuate stanno dando i "primi risultati" sottolinea il governatore. Prendendo le mosse dal contenzioso sindacale sulla gestione degli esuberi, le cui stime parlano di un intorno tra le 1.300 e le 1.500 unità, il n.1 di Via Nazionale statuisce: "per contenerne le ricadute sociali andranno utilizzati gli ammortizzatori esistenti, le risorse del fondo di solidarietà di settore, per il quale è stata recentemente ampliata la possibilità di utilizzo, e quelle che si renderanno disponibili con prossimi interventi legislativi". Ora, è il percorso indicato da Visco, "non si può che proseguire con decisione su questa strada per migliorare l'ambiente in cui operano le imprese, sostenere la creazione di nuove opportunità di lavoro, ridurre degli squilibri che pesano sulla nostra economia e sulla nostra società". Visco lega il superamento delle difficoltà delle banche italiane al consolidamento della ripresa economica: "sarà più spedito lo smaltimento delle partite deteriorate, meno complesso il recupero della redditività".

Le prospettive economiche dell'area dell'euro restano caratterizzate da "uno scenario di crescita stabile ma modesta", di "inflazione in graduale recupero ma ancora eccessivamente bassa" e di "persistenti elementi di fragilità nel sistema finanziario". "Gli interventi previsi dal piano Industria 4.0 annunciata dal governo potranno fornire un nuovo impulso all'azione pubblica a sostegno dell'attivita' di innovazione e investimento delle imprese".

Altre Notizie