Martedì, 25 Giugno, 2019

I Medici Rai, trama terza puntata: i sospetti di Marco Bello

I Medici Rai, trama terza puntata: i sospetti di Marco Bello I Medici Rai, trama terza puntata: i sospetti di Marco Bello
Machelli Zaccheo | 27 Ottobre, 2016, 19:24

Per chi si fosse perso la messa in onda dei primi due episodi: Il peccato originale e La cupola e la dimora, questi sono disponibili in streaming sul sito RaiPlay cliccando alla voce "Fiction" e cercando la voce "I Medici". Fra intrighi e cospirazioni, vediamo crescere la rivalità con la famiglia degli Albizzi, che sfrutterà ogni occasione, persino un'epidemia di peste, per distruggere I Medici. Tra le altre cose il padre nella fiction è interpretato dall'attore che ha dato il volto a Walder Frey in Game of Thrones, particolare che ha particolarmente eccitato i fan della saga di Westeros.

Protagonista principale è Cosimo de' Medici, impersonato dall'artista Richard Maiden, già conosciuto al grande pubblico come Robb Stark ne "Il Trono di Spade". La puntata si è poi dipanata spiegando la storia di Cosimo e del fratello Lorenzo, sin dalla loro giovinezza e dalle prime trame per l'elezione di un Papa vicino alla famiglia Medici, che li rendesse banchieri vaticani. Marco invece, resta in città, per indagare sull' omicidio del patriarca della famiglia e, dopo essere entrato nel palazzo, egli scopre che sono tutti morti doa causa della peste.

Albizzi approfitterà della situazione per fomentare il popolo contro Cosimo e il suo progetto della cupola accusandolo di usura.

Cosimo riesce a salvare la cupola trasformando la costruzione in un lazzaretto che accoglie i malati di peste.

Ma oltre i numerosi successi evidenziati, I Medici sono stati colpiti anche da molte critiche che non hanno di certo scalfito l'importanza della serie che adesso andrà in onda il 25 Ottobre con il terzo e quarto episodio che si intitoleranno rispettivamente "La Peste" e "Il Giudizio" proseguiranno gli avvenimenti in maniera più approfondita. Tra queste anche Piccarda, madre di Cosimo, mentre Lucrezia, moglie di Piero, perderà il bambino che portava in grembo. Albizzi, ben lontano dall'arrendersi, escogita un piano per riuscire ad arrestare Cosimo. Il "tradimento" di Cosimo è imperdonabile per Rinaldo, e il forte risentimento covato per vent'anni fa sì che lo stesso Albizzi non abbia il minimo segno di rimorso quando si tratta di far condannare a morte il rivale con l'accusa di tirannia. Cosimo chiede dal carcere a Contessima di corrompere un membro della Signoria per avere voti a suo favore mentre Lorenzo pensa ad un atto di forza. Successivamente Lorenzo appare alle mura della città con un esercito, pronto al fianco di Sforza a fare fuoco su Firenze se Cosimo non verrà liberato. Contessina quindi cercherà di salvargli la vita: quello che la donna non sa è che dall'esilio Cosimo poterà indietro anche qualcuno che darà a sua moglie molto filo da torcere.

Altre Notizie