Mercoledì, 19 Giugno, 2019

La Cgil esprime solidarietà ai giornalisti del Giornale di Sicilia

La Cgil esprime solidarietà ai giornalisti del Giornale di Sicilia La Cgil esprime solidarietà ai giornalisti del Giornale di Sicilia
Esposti Saturniano | 27 Ottobre, 2016, 15:05

Lo dicono i segretari generali di Cgil Sicilia, Michele Pagliaro, Cisl Sicilia, Mimmo Milazzo, e Uil Sicilia, Claudio Barone, sulla protesta dei cronisti della storica testata siciliana oggi non in edicola, nell'ambito della vertenza sui tagli alle retribuzioni e sui carichi di lavoro. "Un pesante sacrificio - si leggeva nella nota del Cdr - che comporta una riduzione del 18,50 per cento dello stipendio". "Nel frattempo la direzione non ha ancora comunicato il piano definitivo dell'organizzazione del lavoro che dovrà valere per i prossimi due anni". "La direzione ha comunicato un aumento dei carichi di lavoro e una nuova organizzazione, senza avere mai parlato di questo con il comitato di redazione".

"Non capiamo, né accettiamo questa improvvisa accelerazione - si legge nella nota diffusa dal Comitato di redazione del giornale - che, peraltro, contraddice e rimette in discussione formalmente l'accordo siglato in sede romana e all'Ufficio provinciale del lavoro che prevede la riduzione, proporzionale al numero dei redattori messi in cassa integrazione, della produzione". "Per il bene dell'azienda e dei suoi lavoratori e giornalisti, ma anche e soprattutto per il bene della comunità che ha diritto ad una informazione di qualità, mi auguro che il Giornale possa è voglia proseguire la sua lunga storia per informare con professionalità e attenzione, per cui è requisito indispensabile una adeguata presenza di giornalisti con professionalità all'altezza delle aspettative della città".

"La nuova organizzazione del lavoro è stata ripetutamente comunicata in documenti scritti leggibili da tutti ed è stata illustrata nelle riunioni che hanno preceduto l'attuazione della Cassa Integrazione sia a Palermo che a Roma".

Il Gruppo siciliano dell'Unci esprime solidarietà ai colleghi del Giornale di Sicilia che hanno proclamato uno sciopero di tre giorni al culmine di una vertenza iniziata a giugno e che ha visto partire la scorsa settimana una nuova organizzazione del lavoro.

La vertenza in corso del Giornale di Sicilia ha portato oggi i lavoratori ad annunciare dieci giorni di sciopero, il cui primo è scattano ieri, e li terrà con le braccia incrociate fino alla giornata di domani, mentre i successivi saranno stabiliti nei prossimo giorni. Per la direzione del giornale "è vero il contrario". Diamo ai lettori un giornale più ricco e moderno che spiega i fatti e le notizie quando Internet spiazza ormai la carta stampata sui tempi della cronaca. "Questo si è fatto - aggiunge la direzione del giornale - dopo averlo più volte detto e scritto rispettando gli obblighi di comunicazione previsti dal contratto e nei tempi previsti dall'accordo stipulato sulla Cassa Integrazione".

Altre Notizie